Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

La solita difesa disastrosa, per il resto è (quasi) solo Palacio

La solita difesa disastrosa, per il resto è (quasi) solo Palacio

Skorupski 5 – Prende gol sul primo palo, sbaglia un paio di uscite da cardiopalma (per chi ha ancora da dedicare dei battiti a questa squadra) e infine si avventura in attacco contravvenendo alle indicazioni di Inzaghi. Forse si fa pure male nel rientrare al galoppo verso la porta.

Gonzalez 4,5 – Sbaglia tanto, troppo.
Danilo 4,5 – Alza la manina per reclamare il fuorigioco sul 2-1 empolese, entrando nel pieno della filosofia di questo corso: gli episodi, l’arbitraggio, gli infortuni. Ah no, gli infortuni stavolta no.
Helander 4,5 – Più tempo passa e più ci si chiede cos’abbia fatto in carriera per ricevere così tanta stima da Bigon, che se lo è cresciuto a Verona e, non pago, ce lo ha voluto proporre anche a Bologna.

Mattiello 5,5 – Galoppa come un forsennato, a volte puntando la direzione giusta e a volte no.
Poli 6 – Almeno la mette dentro, ed è la seconda volta consecutiva. Ma come a Genova è un gol di illusoria portata. Esce stremato. La sufficienza è più per la rete che per la prestazione
Nagy 6,5 – Qualità e personalità, non sbaglia un pallone ed emerge spesso a testa alta da situazioni ingarbugliate. Peccato che i compagni non facciano altrettanto.
Orsolini 5,5 – Si muove molto ma resiste 63 minuti contati, anche se forse nel finale il suo mancino avrebbe fatto comodo.
Krejci 6 – Non è un terzino e neanche un’ala tornante, ma Inzaghi continua a riproporlo in quel ruolo. Lui risponde con dedizione e diversi cross di buona fattura.

Santander 5,5 – Attende troppo la manovra, gioca di sponda e non centra lo specchio di testa. O, quando lo fa, troppo debolmente.
Palacio 6,5 – Energia inesauribile dall’inizio alla fine. Il cross decisivo per Poli, tanto supporto ai compagni. Ma ha 37 anni, ormai. E si vedono.

Svanberg (21′ st) 5,5 – Non aggiunge né qualità né quantità.
Dzemaili (25′ st) 5,5 – Non è più lui, ormai è ufficiale.
Falcinelli (36′ st) s.v. – Ingresso impalpabile.

Inzaghi 4 – Dopo aver assecondato il rientro del ritiro, sparso illusioni sul desiderio di riscatto, avvistato miraggi di salvezza a maggio, giurato sulla qualità del lavoro e sullo spirito di gruppo, l’unico gesto eclatante che potrebbe fare, per sorprenderci, sarebbe dimettersi. Ma a che servirebbe, poi?

Arbitro Valeri e assistenti 5,5 – C’è un rigore per l’Empoli causa mani di Helander in area che, fortuna nostra, né Valeri né VAR vedono.

© Riproduzione Riservata

Foto: sportmediaset.mediaset.it