Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Notte fredda e buia in casa rossoblù, non si salva nessuno

Notte fredda e buia in casa rossoblù, non si salva nessuno

Skorupski 5 – Viene mandato al fronte munito solo di guantoni e finisce impallinato. Persevera nei rinvii corti, non intuendo la piega presa dalla serata rossoblù.

Calabresi 4,5 – Caprari gli fa venire il mal di testa. Diffidato, rimedia anche un giallo che gli farà saltare lo spareggio di Empoli.
Danilo 4 – Totalmente spaesato, sembra un ragazzino alle prime armi.
Helander 5 – Il meno peggio della difesa, alla lunga naufraga insieme ai compagni di reparto.

Mattiello 5 – Il primo gol della Samp nasce da una sua brutta palla per Poli. In seguito diverse discese e qualche buon cross, ma è il minimo sindacale.
Poli 5,5 – Ramirez gli scippa il pallone che porta all’1-0. Rimedia in piccola parte con la zampata del momentaneo pari.
Pulgar 4 – Uccide la squadra con l’erroraccio del 2-1, una scena già vista. Se pensa di essere Modric e il Bologna gli sta stretto, basta dirlo e togliere il disturbo già a gennaio.
Svanberg 5 – Un bel traversone che porta alla rete di Poli e alcuni tentativi dalla distanza, la sua qualità si perde nella mediocrità generale.
Krejci 4,5 – Inizia scodellando nel mezzo un paio di cross interessanti, poi scompare e riappare per divorarsi il gol del 2-3 che avrebbe riaperto la partita.

Falcinelli 4,5 – Boh, vabbè.
Santander 5,5 – Il suo sguardo dopo ogni corsa, rincorsa o tentativo in solitaria è emblematico. Quasi a dire: “Ma dove sono capitato?”. Per fortuna che l’incognita doveva essere lui…

Palacio (11’ st) 5 – Entra a gara ormai compromessa, prova a vivacizzare un po’ la manovra ma predica nel deserto.
Orsolini (16’ st) 5 – Vedi Palacio. Il fatto che un ragazzo con la sua freschezza e la sua qualità rappresenti un problema tattico la dice lunga sulla situazione attuale del Bologna.
Nagy (38’ st) s.v. Sarà il caso di affidare nuovamente a lui la cabina di regia.

Inzaghi 4,5 – Fin qui si era visto un Bologna modesto ma quantomeno unito e combattivo, a Marassi giocatori e allenatore sono sembrati lontani anni luce, con la confusione a regnare sovrana. Sarebbe meglio salutarsi qui, per non sprofondare ancora di più ed esporre Pippo ad un ludibrio che umanamente non merita.

Arbitro Abisso e assistenti 6 – Nessun errore da segnalare. Il direttore di gara lascia correre molto, ne viene fuori un match comunque corretto.

© Riproduzione Riservata

Foto: sportmediaset.mediaset.it