Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Un passo indietro rispetto a sette giorni fa, il Bologna di Inzaghi preoccupa

Un passo indietro rispetto a sette giorni fa, il Bologna di Inzaghi preoccupa

Skorupski 6 – Un paio di parate decisive, ma una sua uscita da brividi rischia di mandare in gol Stepinski.

Calabresi 5,5 – Secondo rigore procurato in questo campionato. Un po’ ingenuo.
Danilo 5,5 – Non si può barcollare contro l’ultima squadra in classifica. Affaticato, esce al posto di Gonzalez, che puntella un po’ meglio il reparto negli ultimi venti minuti.
Helander 5 – Troppi appoggi sbagliati, impostazione incerta, sempre in affanno.

Mbaye 5,5 – Bruciato sul gol di Obi, effettua un salvataggio sul finale che compensa parzialmente una prestazione sotto la sufficienza.
Dzemaili 5 – Un gol sbagliato che poteva valere il 2-0. La sua manovra anziché dare spinta alla squadra, la rallenta. Infatti è il primo ad uscire e a non vedere nemmeno il campo nel secondo tempo.
Pulgar 6 – Molta presenza e altrettanta corsa, un po’ farraginoso nella manovra.
Svanberg 5,5 – Non si mette mai in luce, quando c’è da dare battaglia la sua qualità viene appassita.
Krejci 6 – La sua posizione eternamente mortificata (laterale a tutta fascia anziché ala) gli impedisce di proiettarsi in avanti come dovrebbe. Brilla comunque per dedizione e pennella il cross del 2-2.

Santander 6 – Il gol in apertura (il primo di testa, il quarto stagionale) è un piccolo gioiello di precisione e opportunismo. Poi lotta e combatte nel deserto, spesso a cinquanta metri dalla porta.
Palacio 5,5 – Fiacco, a corto di ossigeno, a volte falloso perché arriva secondo sul pallone.

Orsolini (1′ st) 6,5 – Secondo gol stagionale, sempre da subentrante. Sfiora la doppietta su punizione.
Poli 6 (1′ st) – Entra nella ripresa aggiungendo peso a un centrocampo fin lì esangue.
Gonzalez (25′ st) 6 – Un po’ meglio del predecessore, anche se i pericoli non sono mancati.

Inzaghi 5,5 – E dunque per rianimare una squadra moribonda serviva proprio il Bologna, ora risucchiato ad un solo punto dalla zona retrocessione. Ma è sempre colpa dei rimpalli, pare.

Orsato e assistenti 5,5 – Il rigore concesso al Chievo appare un po’ troppo generoso, Calabresi era a poco più di un metro e il suo braccio non così largo.

© Riproduzione Riservata