Scempio Bologna, solo Verdi scende in campo

Scempio Bologna, solo Verdi scende in campo

Mirante 6 – Qualche parata di posizionamento e altre di istinto. Evita guai peggiori al risultato finale.

Mbaye 5,5 – Nervoso, bisticcia con Giaccherini. Ma non è tra i peggiori.
De Maio 4 – Sbaglia due gol sotto porta e con Helander si fa bere in un sorso da Inglese.
Helander 4,5 – Buggerato da Inglese sul 2-1, come un principiante della scuola calcio.
Masina 5 – Conquista il rigore, e per mezz’ora sembra dominare la fascia. Poi lentamente scolorisce.

Poli 5 – Tanto galoppo su e giù per nulla.
Pulgar 6 – Finché il Bologna esiste, lui detta tempi e lanci giusti. Poi si inabissa nello scialbore generale.
Dzemaili 4 – La peggior prestazione da quando è a Bologna. Le attenuanti della MLS giocata quasi senza soluzione di continuità e di un Mondiale alle porte. Sempre che il c.t. svizzero sia dell’idea.

Verdi 7 – Un rigore, un palo, giocate illuminanti, unico faro di gioco e spettacolo. Saputo gli sia eternamente debitore: il suo no al Napoli a gennaio ha salvato il Bologna dalla retrocessione e soprattutto dal ridicolo.
Destro 5,5 – Non meritava l’onta di un cambio così precoce, che la curva sanziona con sonori fischi all’indirizzo di Donadoni. Esce sull’1-1, quando la situazione era ancora rimediabile.
Palacio 5 – Errore marchiano sotto porta, che può valere il 2-0 poco dopo il rigore di Verdi. Il Bologna perde lì la sua partita. E lui cade preda del nervosismo e della frustrazione.

Avenatti (6′ st) 5 – Un ectoplasma nel gioco rossoblù.
Falletti (17′ st) 5 – Vedi sopra, con qualche dribbling in più a indorare la tacca sulle presenze.
Donsah (30′ st) 5 – Non aggiunge sostanza, sostituendosi a Palacio.

Donadoni 3 – «Pagaci il biglietto» urla la curva, che disapprova tutto, anche i cambi. Un secondo tempo censurabile dopo un’inizio arrembante. Inspiegabile la fiducia in Avenatti, quasi un accanimento terapeutico.

Arbitro Pairetto e assistenti 5,5 – Un rigore non concesso per clamoroso fallo di Dainelli su Verdi vale l’insufficienza.

© Riproduzione Riservata