Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

The Walking Dead

Mirante, 4: Quando prendi sei reti (SEI) non hai scuse anche se mezza parata l’hai fatta – Mbaye, 4: Mertens se lo beve quando vuole – Rossettini, 3: Il primo gol subito è l’emblema del Bologna di questo momento: la testa è altrove, lo scatto è quello di un bradipo – Oikonomou, 3: Il greco non ne prende una. Mani nei capelli – Constant, 3: Imbarazzante l’apporto del guineano, sembra un giocatore fermo da anni. Masina non avrebbe fatto certamente peggio.

Brighi, 3: Non filtra, non pressa, non ci mette niente e si divora anche il possibile gol che avrebbe riaperto (per modo di dire) la partita – Diawara, 4: Commette errori non da lui – Taider, 3: Reduce da un infortunio ma così è davvero troppo.

Zuniga, 3: Ha sbagliato casacca – Acquafresca, 5: Il voto più alto perché non si può pretendere nulla di più da chi è stato accantonato mesi – Giaccherini, 4: Uno solo spunto in mezzo a ombrelloni e ciabatte.

Mounier, 5: Nessuno si accorge del suo ingresso in campo.
Floccari, 5: Poche colpe in questo caso.
Donsah, ng.

Donadoni, 3: Non ha più la squadra in mano e non riesce a comunicarle nulla. Le sue attenzioni per troppi mesi sembravano indirizzate altrove. Scelte sbagliate, esperimenti a squadra non ancora salva, input decisivi in negativo. Ora iniziano a tremare le gambe e se ne pagano le conseguenze.

© Riproduzione Riservata