Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

La favola dei 30 metri di baricentro più alto

La favola dei 30 metri di baricentro più alto

Sarà che per natura sono ostinatamente contrario, sarà che non mi fido mai di quel che dichiarano i soggetti direttamente interessati, sarà che ho il difetto di verificare ciò che le persone dicono… Insomma per tutti questi motivi vi svelo perché la favola che il Bologna ha alzato il baricentro di 30 (trenta!) metri è proprio una roba che non si può sentire.
Come svariati giornalisti e opinionisti di quotidiani, radio e TV continuano a sostenere, i rossoblù avrebbero (uso io il condizionale, loro certamente no…) alzato il baricentro di talmente tanti metri che, se fosse vero, praticamente giocheremmo le partite al limite dell’area avversaria dall’inizio alla fine.
Naturalmente non è così, e vi spiego perché.
Tenendo ad esempio conto dell’ultima partita, baricentro medio del Bologna 48,5 metri, che in soldoni vuol dire circa 5 metri dietro la linea mediana.
Sempre contro il Torino ma all’andata, baricentro medio 47,5 metri, praticamente simile.
Vado oltre: baricentro medio in fase di possesso palla (ergo, con il Bologna che attacca): sabato scorso 54,48 metri, all’andata 52,82, ovvero 1,5 metri più avanti.
Infine: baricentro medio sul possesso avversario (ergo, con il Bologna che si difende): all’Olimpico 40,5 metri, al Dall’Ara 45,11. In pratica, più alta la squadra di Inzaghi rispetto a quella di Mihajlovic.
Ora, teniamo conto che all’andata il Bologna era andato sotto e che nella ripresa aveva dovuto tenere giocoforza la difesa più alta, ma vale lo stesso discorso anche per parte del primo tempo di sabato sera. Al netto delle sfumature, però, è proprio il concetto dei trenta-metri-trenta che non si può ascoltare.
Alzare il baricentro di una squadra di 30 metri tout court vuol dire fare un altro sport, vuol dire giocare nella pista di atletica, o negli stadi dove manca direttamente in curva…
Pensate che la formazione che ha il baricentro più alto in Serie A è il Napoli con circa 56 metri, mentre quella che lo tiene più basso è il Parma con circa 42, dunque la differenza è di soli 14 metri!
Quindi delle due l’una: o chi sostiene ciò non è ben conscio di quel che dice, o ascoltando quello che ha dichiarato  Mihajlovic nel giorno della sua presentazione non ha colto il senso delle sue parole: Sinisa ha detto che avrebbe alzato la linea del pressing di 30 metri e che la difesa sarebbe cresciuta di conseguenza, cosa ben diversa.
Un conto è l’altezza a cui decidi di portare la prima linea di pressione, un altro è la conseguente capacità di alzarsi della difesa, che trae vantaggio dal pressing più alto solo se sale a dovere e attua quelle marcature preventive necessarie per tenere corta tutta la squadra.
Chi racconta il calcio dovrebbe avere quantomeno l’accortezza di documentarsi, capire bene e spiegare altrettanto bene determinati concetti: il Bologna ha alzato di 30 metri il pressing, non il baricentro, quello è un’altra storia.

Tosco – Radio 1909

© Riproduzione Riservata

Foto: bolognafc.it