Il diritto di lavorare in pace

Il diritto di lavorare in pace

Nessun cantante, musicista o uomo di spettacolo viene interpellato durante le prove da chi, la sera prima, lo ha ascoltato steccare. Solo il calcio ammette l’interruzione del lavoro per un supposto diritto di parola del pubblico (diritto che esercita già ampiamente allo stadio la domenica). E chi dice che le cose han funzionato così fino ad ora, bene, sappia che han funzionato male. Si contesta, si fischia o si discute la domenica. E durante la settimana chi lavora, perché fino a prova contraria Donadoni fa questo, dev’essere lasciato libero di lavorare, anche male.

© Riproduzione Riservata

Foto: bolognafc.it