Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Fate come alla Scala

Fate come alla Scala

Se Saputo non si sente in dovere di spiegare come mai, dopo tre anni e mezzo in Serie A, il Bologna sia esattamente nel punto in cui l’ha lasciato Guaraldi prima di retrocedere, va benissimo. È nel suo pieno diritto. Però suggerisco un’idea che arriva dal mondo dell’Opera. Alla Scala, dove i biglietti arrivano a costare anche 250 euro nelle poltrone di platea, quando c’è un disguido tecnico (cantante malato, forfait et similia) a salire sul palcoscenico per spiegare l’accaduto è il sovrintendente in persona, il capo supremo della struttura. In poche parole, il numero uno ci mette la faccia.

© Riproduzione Riservata