Questione di coerenza

Questione di coerenza

Si pensi ciò che si vuole di Donadoni, ma sarebbe davvero sorprendente che venisse sfiduciato oggi dalla stessa dirigenza che un anno fa ne aveva incoraggiato il rinnovo fino al 2019.

© Riproduzione Riservata