Critiche militanti

Critiche militanti

Ci sono le critiche oggettive, logiche, persino costruttive, ma le critiche militanti anche no, quelle sono insopportabili: puerili ‘gnè gnè’ al sol nominare l’idolo del momento. Che poi, leggendo bene, è stato chiamato in causa per avvalorare un concetto, null’altro.

Ma tant’è: l’idolatria porta alla chiusura delle menti, non si distingue più il bene dal male, si preferisce la caccia alle streghe.

L’aver sottolineato come il prendere tempo per il rinnovo non mi sia piaciuto è diventato una macchia indelebile: bisognava per forza aspettare i comodi del nuovo Messia, il quale – ho ripetuto fino allo sfinimento – è stato autore di un capolavoro sportivo.

Niente, non conta, dovevo accodarmi a tutti coloro che pendevano dalle sue labbra per il fatidico sì.

Tosco – Radio 1909

© Riproduzione Riservata