Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Ma siamo così sicuri che a Bologna si mangi così bene?

Ma siamo così sicuri che a Bologna si mangi così bene?

TripAdvisor è un po’ come la politica, la TV, i media: tutti dicono e sanno che non c’è troppo da fidarsi, ma poi alla fine ci danno sempre un occhio e si fanno influenzare. Almeno, quando mi capita di essere ‘straniero’ da qualche parte e non aver nessun amico che dia delle dritte, per scegliere un ristorante o un albergo, io ci guardo. E mi sono messo nei panni del malcapitato turista attratto dalla fama (e fame) internazionale di cui gode la cucina bolognese che si ritrova al primo posto assoluto, scorrendo la classifica generale dei ristoranti sotto le Due Torri (e anche della categoria cucina locale italiana), un bel posto di via Irnerio dove fanno ottimi toast. Potere dell’algoritmo e delle recensioni.
Certo, il suddetto turista distratto, se non sa distinguere la parola ‘tortellini’ da quella ‘toast’, se la va anche a cercare.
La bizzarria di questa hit parade, che non riguarda solo Bologna e che in un passato recente ha visto nella top ten petroniana furoreggiare anche un take away libanese, si presta alla solita domanda che pende sulla cosiddetta bolla gastronomica: ma a Bologna è vero che si mangia così bene? Gusti personali a parte, secondo me no. La qualità media sarà certo superiore a quella del Kentucky o di Bratislava, ma credo sia molto inferiore rispetto alla reputazione di cui si gode.
Il boom del tagliere (e del fenomeno masterchef)  ha fatto sì che molti si siano improvvisati imprenditori della cucina: posti che aprono e chiudono con la stessa velocità della luce, meteore, offerta più o meno simile ovunque. Fare il ristoratore – mestiere nobile, faticoso e difficilissimo che non si può improvvisare – è diventato il rifugio dei peccatori: così come un tempo chi non sapeva che fare nella vita si iscriveva a Scienze Politiche o vendeva pubblicità o faceva l’agente immobiliare. A discapito di tutti.
Durerà ancora molto questa pacchia prima che si scopra il bluff? Prima che i turisti si accorgano che sì, va bene, a Bologna due o tre piatti sono davvero unici, ma poi non è che si mangi meglio che in qualsiasi altra parte d’Italia?

© Riproduzione Riservata