Rassegna stampa 01/05/2018

Rassegna stampa 01/05/2018

RESTO DEL CARLINO

IDEA DE ZERBI SE DONADONI LASCIA BOLOGNA

La permanenza del tecnico bergamasco a Bologna non è cosa scontata. Su di lui gli interessi più o meno convinti di Cagliari, Chievo e Atalanta, ma fino al termine della stagione nessuno prenderà una decisione definitiva. Intanto il club si guarda attorno e avrebbe individuato in Roberto De Zerbi un profilo interessante per la propria panchina. Da molti considerato come uno dei futuri migliori allenatori italiani, si tratterebbe comunque di una scommessa.

DAL MESSICO POTREBBE ARRIVARE L’EX FROSINONE CASTILLO

Dopo il viaggio in Sudamerica del club manager Di Vaio, continuano ad emergere nomi per il mercato del Bologna. Nel mirino rossoblù ci sarebbe anche l’attaccante cileno Nicolás Castillo, classe 1993 in forza al Pumas, già transitato in Italia senza lasciare traccia a Frosinone. Negli ultimi due anni ha però collezionato prima 23 reti in 20 presenze all’Universidad Católica, poi 20 reti in 34 presenze in Messico, entrando nel giro della Nazionale.

CORRIERE DELLO SPORT – STADIO

ANCHE LASAGNA PER L’ATTACCO

Ci sarebbe un nome nuovo nella rosa di attaccanti valutati dal Bologna per sostituire Destro in vista della prossima stagione. Si tratta di Kevin Lasagna, 12 gol in stagione con l’Udinese e una valutazione che si aggira attorno ai 6-7 milioni. L’ex Carpi piace anche ad altre squadre, su tutte la Fiorentina di Corvino.

BOLOGNA DELUSO DAGLI ARBITRI MA SENZA POLEMICA

Nell’ambiente rossoblù c’è dispiacere per il trattamento riservato da Giacomelli alla squadra durante Bologna-Milan. Ieri la dirigenza ha assistito all’allenamento masticando amaro per l’ennesimo torto arbitrale, ma continuerà a mantenere un profilo basso come sempre accaduto sotto la gestione Saputo.

CORRIERE DI BOLOGNA

L’OBIETTIVO DEL BOLOGNA? NON PEGGIORARE RECORD NEGATIVI

Un solo obiettivo per la squadra di Saputo in questo finale di stagione: non peggiorare i record negativi della sua storia recente. Le 18 sconfitte ottenute fin qui sono già pari a quelle del campionato 2015-2016 e inferiori di un solo gradino a quelle del 2016-2017. L’ultimo Bologna di Guaraldi andò in B proprio con 19 k.o., mentre il record assoluto è quello delle 20 partite perse nel 1991 con una Serie A ancora a 18 squadre.

A TORINO PUÒ TOCCARE DI NUOVO A DESTRO

La contusione rimediata contro il Verona sta concedendo finalmente una tregua al centravanti, che si potrebbe quindi candidare per una maglia da titolare a Torino. Nell’ultimo mese e mezzo il numero 10 ha giocato soltanto una partita su sette, e dall’inizio del 2018 ha segnato appena 2 gol. Stavolta la doppia cifra rischia di essere un miraggio, anche se l’anno scorso Destro ritoccò le sue statistiche proprio nelle ultime giornate.