Rassegna stampa 03/04/2018

Rassegna stampa 03/04/2018

CORRIERE DELLO SPORT – STADIO

SAPUTO HA SCELTO

I fischi scuotono Donadoni. Saputo lo conferma ma vuole essere certo e chiede un faccia a faccia. Il patron sarà a Bologna per la gara con il Verona: si parlerà del futuro dell’allenatore. Il tecnico, toccato dai fischi, potrebbe non trovarsi più a suo agio.

SE NON GIOCA SI DEPREZZA: DESTRO È UN DILEMMA

Ormai il suo addio è praticamente certo, come il fatto che sia fuori dal progetto tecnico, ma il valore del suo cartellino è in picchiata. Un feeling mai scoppiato con l’allenatore, che puntualmente gli preferisce Palacio. L’attaccante a caccia di quattro gol per rimanere in doppia cifra anche quest’anno.

REPUBBLICA

FISCHIATO IN SCENA, GRADITO IN SOCIETÀ

Il palpabile sfavore del pubblico per il tecnico confina con la classifica a posto e la salvezza al sicuro. Cosa vale di più? Giorgio Comaschi, attore e conduttore bolognese: «Conosco la mia città e capisco Donadoni. Qui non va mai bene nessuno, fischiavano anche Bulgarelli».

RESTO DEL CARLINO

BOLOGNA SI INTERROGA SU DONADONI

Il tecnico ha un altro anno di contratto, ma la contestazione rende le cose meno scontate. Continuando con questa media i rossoblù chiuderebbero a quota 44, tre punti in più dello scorso campionato. Il club dovrà considerare anche i cinque milioni già stanziati da contratto per allenatore e staff.

CORRIERE DI BOLOGNA

L’IRONIA DELL’ALLENATORE FORTE DELLA FIDUCIA DI JOEY E DEI RISULTATI RACCOLTI

Parla Locatelli, protagonista involontario dell’ultima contestazione ad un allenatore. Era Guidolin, che lo buttò in campo al posto di Signori attirandosi l’ira dello stadio: «Donadoni? Sì, è come in quel 2003. Senza un confronto, rapporto finito. Fischiare un tecnico che pareggia con la Roma significa che proseguire non ha senso».