Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Rassegna stampa 03/10/2018

Rassegna stampa 03/10/2018

RESTO DEL CARLINO

EL ROPERO: «HO SCELTO BOLOGNA PER ANDARE IN EUROPA»

Intervista al centravanti paraguaiano: «Ho detto sì spinto da mia moglie. Il soprannome? Me lo diede un giornalista per la stazza dopo un gol segnato al Venezuela. Finalmente ci siamo svegliati, adesso giochiamo meglio e abbiamo più occasioni per segnare. Grazie ai tifosi, fin dal ritiro di Pinzolo mi sono stati vicini».

CORRIERE DELLO SPORT – STADIO

SANTA NUDO

Mamma Martha svela i segreti del figlio Federico: «Dal Paraguay seguo ogni sua gara, gli telefono sempre io per incoraggiarlo. Mi dispiace tanto quando lo chiamano Ropero, ma ormai ci sono abituata. L’ho sognato: tornerà in Europa col Bologna. A soli 3 anni ha assistito alla separazione dei suoi genitori. Poi a 6 anni ha cominciato a giocare nella scuola calcio San Pedro». Sulle sue tracce c’era anche Sartori dell’Atalanta.

BIVIO ORSOLINI, TUTTO IN 3 MESI

Il gol lo ha sbloccato ma il 3-5-2 continuerà a sacrificarlo. Nel modulo di Inzaghi può giocare dall’inizio solo da seconda punta. A gennaio si decide se farlo restare.

REPUBBLICA

LA GARRA DI SANTANDER, QUANDO AMBIENTARSI È FACILE

Da Cruz a Icardi, da Dybala a Cavani. Lo scout Bertuzzi: «Federico è un attaccante intelligente».

CORRIERE DI BOLOGNA

IL NUOVO BOLOGNA SI FA NEL MEZZO

Otto giocatori, tre maglie. Inzaghi ha provato tutti mescolando le gerarchie. Dzemaili è l’insostituibile, Svanberg la bella novità. Pulgar-Nagy, ora è concorrenza vera: l’ungherese è più preciso e veloce, il cileno gioca più palloni ma sbaglia molto.