Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Rassegna stampa 07/02/2018

Rassegna stampa 07/02/2018

REPUBBLICA

ACQUAFRESCA: «AL NAPOLI DISSI NO ANCH’IO. ORA DALLA SVIZZERA SOGNO DI ALLENARE»

Intervista ad uno degli ultimi che stesero l’Inter a San Siro: «Mi ricordo bene sia il gol nel 2012, sia l’errore davanti ad Handanovic nel 2014. Ma non andammo in Serie B certo per quel motivo. Fu una stagione stregata, e la vendita di Diamanti a febbraio non ci diede certo una mano. Il no di Verdi al Napoli è un bel segnale. Per motivi diversi anche io dissi no a Bigon per due volte. Certi treni ovviamente non ripassano».

CORRIERE DI BOLOGNA

MARAZZINA: «AL POSTO DI DESTRO MI ARRABBIEREI»

Parla l’ex attaccante rossoblù, vittima non poche volte di esclusioni eccellenti: «Immagino la rabbia di Mattia. Lo capisco, con Delneri al Chievo ho vissuto una situazione del genere. Al posto di Destro ora andrei su tutte le furie. Ma perché Donadoni non lo lascia in campo? O lo accetta com’è o non lo mette: questo tira e molla è massacrante. E la società cosa fa? Destro è un suo patrimonio e deve tutelarlo. Almeno per poterlo vendere bene».

RESTO DEL CARLINO

COL 4-3-3 IL BOLOGNA RENDE DI PIÙ. E FA PUNTI

Dal 4-2-3-1 col Cittadella e il Torino al 4-3-1-2 con la Fiorentina. Tanti esperimenti ma una sola certezza: col tridente puro, il Bologna non soccombe. Il rebus più difficile da risolvere riguarda la convivenza tra Destro e Palacio. Per l’argentino 36enne il ruolo di esterno offensivo è decisamente troppo dispendioso. Per rialzarsi c’è bisogno della sua classe, ma anche dei gol di Mattia.