Rassegna stampa 10/05/2018

Rassegna stampa 10/05/2018

CORRIERE DELLO SPORT – STADIO

IL DOPO VERDI SI CHIAMA ROG

Il croato del Napoli (pagato 13 milioni da De Laurentiis) reclama spazio. L’agente cerca possibilità lontano dal San Paolo, Bigon punta al prestito con diritto di riscatto. Il classe 1995 nasce trequartista ma può giocare anche regista o da esterno d’attacco.

REPUBBLICA

ADANI: «DONADONI HA LAVORATO BENE, MA IO SU DE ZERBI ORA SCOMMETTEREI»

Parla il commentatore Sky più amato, e difende Donadoni: «Roberto ha dato tanto ed è un tecnico molto credibile, con un profilo che non può non piacere, anche per l’umilità e la dedizione con cui lavora. Ora bisogna capire se si poteva fare di più e se dopo tre anni il rapporto con alcuni giocatori si è logorato. Senza dimenticare il fattore entusiasmo, che in una piazza come Bologna non può mai mancare. De Zerbi sta crescendo, opera con pragmatismo e ha un credo ben definito: l’ambizione di schierare sempre una squadra che sia protagonista».

RESTO DEL CARLINO

I GIOVANI DI BELLE SPERANZE NON HANNO SPICCATO IL VOLO

Pulgar è davvero cresciuto, gli altri sono nel limbo. Il club sperava di mettere in vetrina più di un giovane, invece soltanto il cileno è riuscito ad imporsi. Anche Di Francesco ha fatto un passo indietro rispetto all’anno scorso. E dalla Primavera non arrivano forze fresche: mai entrati nelle rotazioni Frabotta, Kingsley e Valencia. Donsah e Crisetig incognite di mercato: insieme sono costati 11,5 milioni. Ma li varranno ancora?

CORRIERE DI BOLOGNA

BOLOGNA-CHIEVO, C’ERAVAMO TANTO PAREGGIATI

Torna un grande classico della X, mesta sfida che in realtà ha offerto anche gioie inattese e atroci incubi. L’ex rossoblù Giunti torna sulla sconfitta del 2005: «Quel giorno a Verona mi sentii morire».