Rassegna stampa 12/04/2017

Rassegna stampa 12/04/2017

Riflettori puntati sull’attacco in vista di Palermo. Intanto i portieri lavorano con Bucci e Pagliuca – La settimana che porterà alla trasferta di Palermo di sabato pomeriggio, in casa Bologna, è iniziata ieri con una seduta che ha visto i rossoblù lavorare in particolare dal punto di vista fisico. Da queste ore la marcia di avvicinamento inizierà ad entrare nel vivo e si capirà se, come sembra al momento, verrà confermato anche in Sicilia il 4-3-3. Per Donadoni una variabile da affrontare in più, visto che il cambio sulla panchina rosanero e l’esonero di Diego Lopez. Diego Bortoluzzi è arrivato questa mattina a Palermo e dirigerà oggi il suo primo allenamento: resta quindi ancora da capire che impronta tattica vorrà dare alla squadra. A quattro giorni dalla sfida, anche sull’attacco felsineo i ragionamenti sono comunque aperti. Ieri Simone Verdi ha svolto terapie ma da oggi dovrebbe rientrare gradualmente in gruppo, anche perché gli esami a cui è stato sottoposto dopo il problema muscolare accusato con la Roma hanno escluso lesioni. Da domani rientrerà anche Federico Di Francesco, uno degli elementi più in forma e in grado di garantire il cambio di passo, che sta terminando lo stage azzurro a Coverciano.
E Mattia Destro?  Anche questa settimana trapela quanto la voglia di mettersi alle spalle questo periodo negativo non manchi al numero 10, il primo ad arrivare agli allenamenti e spesso l’ultimo a lasciare Casteldebole, dove non è raro vederlo anche nei giorni di riposo per lavorare in palestra. Da qualche settimana il segnale di un cambiamento è già arrivato a livello di procuratori, con il passaggio a Luca Puccinelli e l’addio alla coppia Renzo Contratto-Claudio Vigorelli. E non è escluso che possano cambiare anche i rapporti con i media. La gara con il Palermo, non esattamente la migliore difesa del campionato, potrebbe essere una ghiotta opportunità per sbloccarsi. C’è però anche un altro tipo di ragionamento: visto il periodo tutt’altro che positivo, un po’ di riposo non potrebbe giovare all’attaccante di Ascoli? Vien da sé che, in questo caso, la soluzione sarebbe quella di impiegare Bruno Petkovic o Simone Verdi (al netto del suo pieno recupero) come falso 9, o comunque ‘alla Mertens’.
Dall’attacco alla difesa, perché una delle curiosità della seduta di ieri è stato il fatto che i portieri, sia Antonio Mirante e Angelo Da Costa, sia i Primavera Federico Ravaglia ed Emanuele Monari, hanno lavorato con Luca Bucci e Gianluca Pagliuca, ovvero il primo e il terzo portiere ai Mondiali di USA ‘94, con Donadoni peraltro a pochi metri di distanza. Peccato per Fallou Sarr, che ha svolto un programma personalizzato già programmato da tempo e dovrà dunque rimandare questa esperienza alle prossime occasioni. I numeri uno hanno svolto esercitazioni dentro e fuori dai pali, poi a coppie, infine sulle uscite e sulle conclusioni avversarie.
Quello dei portieri non è un problema che riguarderà il mercato, ma in estate la retroguardia subirà qualche novità. Le riunioni del d.s. Riccardo Bigon e del suo staff sono ormai una prassi e pian piano si inizierà a stringere il cerchio dopo aver preso in esame un lungo elenco di nomi. Detto che ci sono alcune situazioni da valutare (il futuro di Marios Oikonomou e quello di Alex Ferrari in prestito a Verona), l’identikit del difensore che si vorrebbe portare a Bologna è quello di un giocatore che possa garantire la giusta dose di esperienza, ma con una carta d’identità ancora futuribile. Si stava vagliando Luca Caldirola, frenato però in questa stagione da diversi infortuni, e piace Gianmarco Ferrari, per il quale sono però da seguire gli sviluppi tra Sassuolo e Crotone. La prossima stagione, in ogni caso, i Primavera Gianluca Frabotta e Alessandro Bianconi potrebbero iniziare ad assaggiare la Prima Squadra.