Rassegna stampa 14/12/2018

CORRIERE DELLO SPORT – STADIO

BOLOGNA RISPONDE

Nel momento più difficile, i tifosi riempiono il Dall’Ara. Niente gufi, solo amore: almeno in 20 mila per la sfida decisiva con il Milan. Rebus Saputo: saltata la cena di Natale, arriverà in città? Il club non lo sa. Da programma iniziale sarebbe dovuto sbarcare oggi. I tifosi promettono sostegno alla squadra fino a gennaio. Ma in caso di ennesimo k.o. c’è il rischio contestazione a proprietà e dirigenza.

RESTO DEL CARLINO

NODO PULGAR: O RINNOVO O CESSIONE

Il cileno si ferma per un risentimento muscolare. Rischia di stare fermo da qui a fine 2018. E intanto è fermo anche il discorso sul suo rinnovo: non c’è accordo con l’agente. Ventimila presenze assicurate col Milan. Piacentini: «Io e quel gol al 94′ ai rossoneri, uno dei due segnati in carriera». A gennaio Destro e Falcinelli in partenza. Anche Gonzalez e De Maio potrebbero chiedere di andarsene se non troveranno spazio. Conferme per Orsolini: rimarrà.

CORRIERE DI BOLOGNA

«CARO SAPUTO, ADESSO DEVI PARLARE. DICCI CHE NON STAI MOLLANDO LA NAVE»

Cazzola: «Ora la società deve dimostrare di voler reagire, da tifoso sono obbligato a credergli. Tanti errori ma il Bologna è a galla, e questa è la cosa più importante. È una fase difficile, serve resistere a attendere gennaio: il club può recuperare terreno sul mercato, lì capiremo le vere intenzioni del proprietario e dei dirigenti. Invito Saputo a non mettere il dito nella piaga sul management. Bene che stia in Canada, ma un suo intervento con la voce sarebbe gradito».