Rassegna stampa 15/05/2018

Rassegna stampa 15/05/2018

REPUBBLICA

FABIO POLI: «MA QUALE CALCIO CHAMPAGNE, QUESTO È UN VINO DA TAVOLA»

Parla uno dei reduci della promozione in A di trent’anni fa, guidata dal calcio spettacolo di Maifredi: «Il nostro era champagne, quello di oggi è un vino da tavola più modesto. E non certo un pignoletto dei nostri colli, che è uno dei migliori vini in Italia. È il calcio che è cambiato, ai nostri tempi il rapporto coi tifosi era molto più immediato e genuino. Gli applausi del Dall’Ara? Emozione straordinaria. Ho visto miei coetanei che ci battevano le mani, e giovani entusiasti che ai tempi neanche erano nati. Eravamo una gran bella squadra, con un allenatore che aveva idee innovative».

CORRIERE DI BOLOGNA

UN GIRONE DI RITORNO DA SERIE B

Solo 15 punti dopo il giro di boa. Il Bologna salvo grazie ai 24 dell’andata e soprattutto grazie al no di Verdi al Napoli. Anche Spal e Crotone meglio dei rossoblù nel 2018. Una sola vittoria nelle ultime dieci gare. Ecco le responsabilità di una società distante.

RESTO DEL CARLINO

BOLOGNA DA RIFARE

Progetto tecnico in stallo. Dopo tre stagioni, tre campionati uguali, appena sopra la soglia di sopravvivenza. Il pubblico invoca una svolta. Saputo in arrivo in città per l’ultima partita con l’Udinese, che però servirà al massimo per confermare i risultati delle ultime due classifiche. Ormai la tendenza è chiara: con Donadoni il Bologna non cresce più. E se a Udine arrivasse una sconfitta (la ventunesima) sarebbe il record assoluto dal 1909 ad oggi.

CORRIERE DELLO SPORT – STADIO

BOLOGNA, COSÌ NON PUÒ ANDARE

La città riconosce a Saputo l’impegno, però la stagnazione dei risultati non sarà sopportata: e sarà un problema per tutti. La salvezza è arrivata per inerzia. Ma i tifosi sono infuriati. La dirigenza ha ribadito la fiducia a Donadoni, il mercato si autofinanzierà con le cessioni.