Rassegna stampa 08/06/2018

Rassegna stampa 15/05/2017

Da mercoledì si pensa al Milan. Destro in doppia cifra e anche Di Francesco è da applausi ‒ Se la sconfitta contro l’Empoli aveva spinto Roberto Donadoni a cancellare il lunedì di riposo, il successo sul Pescara ha fatto raddoppiare i giorni liberi. Oggi e domani, infatti, per i rossoblù non ci saranno allenamenti, con la ripresa in vista dell’impegno di San Siro sponda Milan fissata per mercoledì, quando peraltro tornerà in primo piano l’infermeria. Da valutare ci saranno le condizioni di Maietta, che ieri è uscito per un risentimento alla coscia destra, ma in ogni caso tornerà a disposizione Gastaldello, out ieri per squalifica. Da valutare anche le condizioni di Viviani e Nagy: il mediano ungherese, in particolare, è ai box dallo scorso 13 aprile per una lesione di secondo grado al retto femorale per cui erano stati previsti circa 45 giorni di stop, e non è quindi escluso il suo rientro in gruppo prima della fine del campionato
Intanto emerge qualche dettaglio in più sull’infortunio di Masina, che ieri ha seguito la gara dalla tribuna per una tendinopatia all’adduttore lungo della gamba destra. A quanto pare si tratta di un problema che l’esterno sinistro si porta dietro dal match con il Chievo dello scorso anno. Per risolverlo definitivamente avrebbe dovuto restare fermo sei mesi, ma si è scelta la strada delle cure e degli allenamenti specifici per fare in modo che potesse comunque convivere con il fastidio. Questo finale di stagione potrà probabilmente consentirgli di staccare un po’ la spina e pensare a risolvere il problema.
Capitolo statistiche. Per il Bologna si tratta della terza vittoria nelle ultime quattro gare giocate dal Bologna al Dall’Ara. Per Destro è la seconda doppietta stagionale dopo quella all’Udinese, e arrivando a quota 11 reti il centravanti ha raggiunto e superato la doppia cifra, cosa che non gli succedeva dai tempi del Siena (12 gol) e della Roma (tre stagioni fa, quando arrivò a 13): resta in piedi il bonus di 2,5 milioni di euro che i rossoblù dovranno pagare al club capitolino se Destro segnerà 30 gol in 3 stagioni. Tre sono anche i punti di sutura che il numero 10 ha rimediato all’arcata sopracciliare in occasione dello scontro con Fiorillo sul primo gol, nulla che gli ha impedito di rimanere in campo ieri o che gli farà saltare l’impegno con il Milan. Sorrisi, infine, anche per Di Francesco: con quella di ieri sono 4 le reti segnate, alle quali aggiungere 3 assist. La ‘combo’ gol e assist nella stessa gara, oltre che ieri, gli era già riuscita anche contro Chievo e Atalanta.