Rassegna stampa 18/05/2019

Rassegna stampa 18/05/2019

REPUBBLICA

EFFETTO ALLEGRI

La rivoluzione sulla panchina della Juventus spalanca scenari imprevedibili anche sul futuro del Bologna. E di conseguenza anche su quello di Mihajlovic, uno degli allenatori più appetibili in Serie A. I bianconeri ci stanno pensando, anche se per il dopo Allegri si valuta un profilo più europeo. Sinisa piace anche a Sampdoria e Lazio, qualora Inzaghi non rimanesse a Roma. Saputo prova a stringere i tempi per convincerlo a rimanere.

RESTO DEL CARLINO

FRANCESCA MENARINI: «CI AVEVO VISTO GIUSTO»

Parla la ex presidente del Bologna, che per prima intuì le doti di Sinisa: «Dopo quello che ha fatto, può sedersi su qualsiasi panchina nazionale o internazionale. Dieci anni fa avevo già intuito quanto fosse bravo. Ma nel 2009 il Bologna era meno attrezzato di questo: c’era solo un grande Di Vaio, che ci salvò con i suoi gol. Sarei felice se rimanesse». E dopo il premio salvezza, il club vara quello per il decimo posto. Mihajlovic vuole alzare l’asticella.

CORRIERE DELLO SPORT – STADIO

BOLOGNA DELLE MERAVIGLIE

La squadra vola nei 5 tornei top: 22 punti nelle ultime 10 gare. Se si giocasse un campionato unico nel continente, i rossoblù sarebbero settimi assoluti. Merito della svolta targata Mihajlovic, dopo un inizio da incubo. E con le ultime due partite, Sinisa proverà a fare il record di punti nella gestione Saputo in Serie A.

CORRIERE DI BOLOGNA

PER TE, SINISA

Centinaia di messaggi dopo l’appello a tecnico e club. Ma Mihajlovic piace molto a Lazio, Atalanta e Juve: potrebbe essere il sostituto di Allegri. Cazzola: «L’uomo giusto per crescere, deve restare». Insulti razzisti all’allenatore prima della finale di Coppa Italia, il caso arriva in Parlamento. E la Digos studia i filmati.

GAZZETTA DELLO SPORT

THE END

Divorzio Allegri-Agnelli: fine di una grande storia di calcio. Max lascia la panchina della Juve dopo 5 anni e 5 scudetti. La causa? Divergenze con Nedved e Paratici sui progetti futuri. Da Simone Inzaghi a Sarri, tutti vogliono la Signora. C’è pure Mihajlovic. Conte, storia complicata. Stranieri: Pochettino e Deschamps. Niente Pep.

Foto: Getty Images