Rassegna stampa 06/02/2018

Rassegna stampa 18/04/2017

Da oggi si lavora per preparare la gara con l’Atalanta: riflettori su centrocampo e attacco ‒ Archiviati i due giorni di riposo concessi in occasione delle festività pasquali, da oggi in casa Bologna inizierà la preparazione in vista della trasferta di sabato alle 18 in casa dell’Atalanta. Sul fronte dell’infermeria, da valutare ci sono le condizioni di Godfred Donsah, out contro il Palermo per influenza, e Filip Helander, ai box dallo scorso 30 marzo per lo stiramento del collaterale esterno del ginocchio destro: le settimane di stop previste erano tre. Dalle prossime ore si inizierà a capire se verrà ancora una volta confermato il 4-3-3 o se, viste le assenze di Adam Nagy per infortunio ed Erick Pulgar per squalifica, potrà prendere corpo l’ipotesi del 4-2-3-1.
Per quanto riguarda l’attacco, i numeri raccontano che, con 29 gol segnati in 32 gare, il Bologna è al quart’ultimo posto di questa particolare classifica, meglio solo di Crotone (26 gol), Palermo (25) ed Empoli (20). I rossoblù sono l’unica squadra in Serie A ad aver tirato più da fuori area che da dentro: il 51,7% delle conclusioni (187 su 362 totali) arriva dalla lunga distanza. Solo la Fiorentina, 14 gol contro 11, ha segnato di più da fuori, ma su azione per il Bologna sono arrivati 17 gol all’interno dell’area, e 6 portano la firma di Mattia Destro. Proprio il numero 10 in questi giorni sarà tra gli osservati speciali per capire se a Bergamo potrà riprendersi quella maglia da titolare che al Barbera Donadoni ha consegnato a Petkovic. Che i due abbiano caratteristiche diverse lo dicono anche le statistiche: in 1.933 minuti Destro ha giocato 623 palloni, Petkovic ne ha invece giocati 279 in 445 minuti.