Rassegna stampa 20/01/2020

Rassegna stampa 20/01/2020

CORRIERE DI BOLOGNA

UN BOLOGNA A METÀ

Rossoblù avanti con Bani, che viene espulso nella ripresa. Assedio del Verona, decisivo Skorupski, ma alla fine pareggia l’ex Borini: 1-1. Dalla febbre ai miracoli, il portiere polacco para quasi tutto: il punto se lo prende lui. Miglior prova stagionale, alla vigilia aveva l’influenza. Con Spal e Brescia serve la svolta per cercare di raggiungere la parte sinistra della classifica. De Leo: «Come al solito ci è mancato il cinismo. Anche in dieci dovevamo essere più lucidi, avevamo trovato la chiave per fermare il Verona».

GAZZETTA DELLO SPORT

VERONA, BORINI SHOW. SKORUPSKI SALVA IL BOLOGNA IN DIECI

La punta (bolognese di nascita) fa l’1-1. Bani: prima a segno, poi si fa espellere. Il bomber gialloblù: «Giusto esultare. Gioco per segnare, non importa chi ho davanti». Sinisa contrariato da un’altra occasione persa. De Leo: «Arbitro troppo severo. L’espulsione di Bani ha cambiato la gara». Il tattico di Mihajlovic: «Metro di giudizio diverso per altri interventi. E finora abbiamo buttato 6 punti». Juric: «Una partita tosta. Noi meglio nella ripresa, potevamo vincerla». L’allenatore gialloblù e la mossa Borini per Veloso: «Svolta con i due centrocampisti d’inserimento». Dominguez, debutto da 1′: «Ora la Spal, voglio i tre punti». Lazovic, assist e sincerità: «Sul gol ho solo pensato a metterla in mezzo».

REPUBBLICA

IL BOLOGNA S’ACCONTENTA DEL PARI, FINISCE IN DIECI E PRENDE SEMPRE GOL

Bani fa e disfa, 1-1 contro il Verona. Il difensore prima segna la rete del vantaggio, poi nella ripresa si fa espellere. E Borini castiga il Dall’Ara. De Leo: «Dovevamo gestire con meno ansia, ma l’arbitraggio non è stato equo». Nel primo tempo Sansone s’inventa una serpentina da favola, ma il suo tiro finisce sul palo. Nel secondo gialloblù superiori. Con la Spal sarà dura metter su una difesa: assenti Bani (squalificato) e i lungodegenti della fascia sinistra.

RESTO DEL CARLINO

IL BOLOGNA SEGNA, BARCOLLA E TREMA DAVANTI A BORINI

Bani realizza l’1-0 al Verona, poi si fa espellere e favorisce il ritorno dei veneti. Dominguez titolare si spegne alla distanza, anche la mossa Santander non paga. Sansone colpisce un palo, ma il secondo tempo è tutto degli uomini di Juric. Il c.t. Mancini in tribuna per osservare Orsolini. De Leo: «Siamo sicuri di recuperare punti, ma non dovremo snaturare il nostro gioco offensivo». Borini, un bolognese di Padulle col vizio del gol: «Bello presentarsi così. La dedica è per mia figlia». Nel maggio scorso, con la maglia del Milan, aveva già segnato un’altra rete alla squadra di Mihajlovic.

Foto: ansa.it