Federico Di Francesco, molto più di un figlio d'arte

Rassegna stampa 23/04/2017

Con l’Udinese centrocampo in emergenza tra squalifiche e infortuni. Di Francesco uomo in più ‒ Sono puntati su centrocampo e attacco, in casa rossoblù, i riflettori in vista del prossimo impegno contro l’Udinese. Soprattutto in mediana, tra squalifiche e infortuni, Roberto Donadoni avrà gli uomini contati: Erick Pulgar dovrà infatti scontare la seconda giornata di squalifica, e sarà appiedato dal giudice sportivo anche Blerim Dzemaili, che era in diffida e ieri ha rimediato il giallo che farà scattare un turno di stop. Se si aggiunge l’infortunio che ha fatto concludere anzitempo la stagione ad Adam Nagy e il fatto che in infermeria c’è anche Luca Rizzo, la conta dei disponibili si ferma a Saphir Taider, Godfred Donsah e Federico Viviani. Quest’ultimo, peraltro, a Bergamo è uscito a pochi minuti dalla fine del match per un problema fisico che al momento non desta comunque preoccupazione.
Da valutare, nel corso della settimana, ci saranno poi le condizioni di Antonio Mirante e Simone Verdi, ieri out rispettivamente per una lombalgia e un lieve stiramento. La prestazione di Federico Di Francesco, splendido gol e assist vincente per Destro, non ha comunque fatto rimpiangere il numero 9. Si tratta della terza rete in questa stagione, dopo quelle segnate a Cagliari e Chievo, per il giovane figlio d’arte, abilissimo a sfruttare ogni chance che Donadoni gli concede.