Rassegna stampa 24/04/2017

Rassegna stampa 24/04/2017

Con l’Udinese può arrivare la salvezza aritmetica. Uomini contati, al vaglio soluzioni per la mediana ‒ Dopo l’allenamento defaticante di ieri e il giorno di riposo che Donadoni ha concesso ai rossoblù per la giornata di oggi, da domani inizierà ad entrare nel vivo la preparazione in vista dell’impegno di domenica contro l’Udinese. Match che, tra l’altro, potrebbe dare ai rossoblù la certezza matematica della salvezza a quattro giornate dalla fine. Classifica alla mano, il Crotone è a meno 11 dal Bologna (35 punti contro 24) e nel prossimo turno sfiderà contro il Milan allo Scida. A 12 punti di distacco, a 4 giornate dal termine, l’aggancio sarebbe ancora possibile, ma il doppio scontro diretto con il Crotone è comunque a vantaggio dei felsinei.
Della sconfitta con l’Atalanta restano, oltre alla reazione mostrata in campo, le reti di Mattia Destro e Federico Di Francesco. Il centravanti di Ascoli, con 7 gol in 25 presenze, punta a migliorare lo score dello scorso anno, mentre sono particolarmente significativi le statistiche relative al giovane esterno. Quanto abbia inciso entrando a partita in corso lo dimostrano le reti segnate al Cagliari e al Chievo, le uniche arrivate dalla panchina in questa stagione per il Bologna. Il gol all’Atalanta è stato invece realizzato partendo da titolare, ulteriore dimostrazione di quanto il numero 14 provi sempre a sfruttare le occasioni che gli vengono concesse. E la squadra ne trae giovamento, perché nelle 18 partite in cui Di Francesco ha giocato meno di 15 minuti o non è sceso in campo i rossoblù hanno raccolto 13 punti, mentre sono 22 quelli conquistati nelle 14 gare in cui il figlio d’arte ha giocato più di un quarto d’ora, con la media che sale da 0,72 a 1,57.
Detto che in vista del match contro l’Udinese ci saranno da valutare le condizioni di Antonio Mirante e Simone Verdi, è soprattutto sulla mediana che sono puntati i riflettori, considerate le tante assenze. Di fatto, a causa degli infortuni di Adam Nagy e Luca Rizzo e le squalifiche di Erick Pulgar e Blerim Dzemaili, restano solo tre i centrocampisti a disposizione di Donadoni, ovvero Federico Viviani, Saphir Taider e Godfred Donsah. Fra le alternative ci sono il cambio di modulo, forse anche il 4-4-2, oppure l’adattamento di qualche altro giocatore.