Si chiama Mattia, non Marco

Rassegna stampa 24/10/2017

REPUBBLICA

DI VAIO: «ANCHE RODRIGO DICE CHE MATTIA È FORTE»

Una benedizione dall’argentino arriva attraverso le parole del club manager: «Mattia deve riprendersi, sa che può dare tanto a questa squadra. Lo aspettiamo».

RESTO DEL CARLINO

DESTRO PROVA A RICONQUISTARE IL BOLOGNA

Lo stop di Palacio (due settimane) può rilanciare il bomber non più intoccabile: forse è l’ultima occasione.

VERDI SI LAUREA CON LA FAMIGLIA: LA SUA STORIA NELLA TESI DEL FRATELLO

Oggi a Pavia, Mattia Verdi dottore in Scienze Motorie con una tesi di laurea sulla carriera del fratello Simone.

DI VAIO AVVISA MATTIA: «C’È BISOGNO DI LUI, MA DEVE CORRERE»

Al Festival della Storia il club manager sprona Destro: «Questo gruppo va forte, se avrà una chance Mattia dovrà farsi trovare pronto».

PALACIO K.O., DONADONI È SENZA IL RE

Un guaio muscolare ferma per almeno due gare l’argentino, che col suo arrivo ha trasformato il volto del Bologna. E dietro è emergenza: mancano Gonzalez, Mbaye e Torosidis.

CORRIERE DI BOLOGNA

«COSÌ HO COSTRUITO LA LAZIO BELLA E VINCENTE. IL BOLOGNA? SQUADRA VERA CHE AVRÀ FUTURO»

Parla Igli Tare, l’ex rossoblù che dal 2009 dirige i biancocelesti: ora il suo gruppo sta stupendo la Serie A: «La nostra è una squadra che sa dimenticare in fretta le vittorie. Non abbiamo ancora fatto nulla, arriveremo al Dall’Ara con la solita fame e la solita rabbia».

DONADONI PERDE I PEZZI: DOMANI SEI ASSENTI

Palacio out dieci giorni, Torosidis due settimane. Sempre fuori Mbaye e Taider. E anche Poli rischia.

CORRIERE DELLO SPORT – STADIO

«VERDI BRAVO, ERA DESTINO»

Intervista a Davide Ballardini, ex di entrambe le panchine: «A Carpi era sprecato, e ora con Donadoni è maturato. Rimpianti bolognesi? Non essermi dimesso quando dovevo».