Rassegna stampa 25/05/2017

Rassegna stampa 25/05/2017

Contro la Juve tutto esaurito al Dall’Ara. Mercato: accordo con Cerci che però deve rescindere con l’Atletico, per Bradaric concorrenza del Sassuolo ‒ Restano gli ultimi due giorni per delineare il Bologna che sabato, in un Dall’Ara di fatto tutto esaurito, affronterà i freschi campioni d’Italia della Juventus. Da definire c’è innanzitutto il modulo, dal momento che l’assenza di Federico Di Francesco per infortunio potrebbe far abbandonare la strada del 4-2-3-1 in favore del ritorno al 4-3-3.
Intanto in casa rossoblù continua a tenere banco il mercato, e stando a quanto filtra anche dall’entourage del giocatore ci sono da registrare passi in avanti forse decisivi per Alessio Cerci. Di più: ci sarebbe un accordo sulla base di un triennale da circa 1 milione a stagione, e l’ormai ex Atletico Madrid avrebbe già parlato con Donadoni, che voleva verificare le motivazioni del ragazzo. Che non mancherebbero, anche perché Cerci punta anche a tornare nei radar della Nazionale in vista del Mondiale 2018. Il nodo da sciogliere è ora quello della rescissione con il club spagnolo, ma da questo punto di vista gli agenti dell’attaccante sono ottimisti e già al lavoro. Con appena 2 presenze in stagione, il giocatore non sembra rientrare nei piani del’Atletico, con cui comunque ha ancora un anno di contratto a 2,7 milioni netti: le parti in causa si rivedranno nei prossimi giorni per trovare un’intesa sulla rescissione, e quello sarà il primo passo verso Bologna: Il secondo sarà rappresentato, ovviamente, dalle visite mediche al ginocchio che già avevano cancellato la fumata bianca lo scorso agosto.
Nel frattempo c’è da registrare la concorrenza del Sassuolo per arrivare a Filip Bradaric del Rijeka, con il club neroverde che nelle ultime ore si è fiondato sul centrocampista croato. Il Bologna voleva chiudere l’operazione per una cifra attorno ai 3,5 milioni, e potrebbe arrivare ad alzare la posta fra i 4 e i 5 ma non di più, anche perché l’intenzione non è certo quella di partecipare ad aste. Per Bradaric sarebbe poi pronto un quinquennale da 500 mila euro. Qualora non fosse possibile raggiungere l’intesa su queste cifre, il club rossoblù virerà altrove le proprie attenzioni, e nelle ultime ore è emerso l’interesse per Andrea Poli, che il 30 giugno andrà in scadenza di contratto con il Milan: il club di Saputo lo avrebbe sondato tramite la scuderia dell’agente Branchini, con il quale si sta lavorando anche per arrivare al rinnovo del contratto di Simone Verdi.
Altro nome accostato al Bologna per la mediana è quello di José Mauri, mentre per la difesa i felsinei stanno cercando di capire se ci sono margini per arrivare ad Angelo Ogbonna. Qualora non fosse possibile per una questione di costi, la lista comprende anche i nomi di Sebastien De Maio, Giancarlo Gonzalez, Edoardo Goldaniga, Gabriel Paletta e Andrea Ranocchia. Piace anche Gonzalo Rodriguez, in scadenza con la Fiorentina, ma il suo entourage avrebbe fatto sapere che attende una chiamata da una squadra che disputa la Champions League e in grado di offrire un ingaggio attorno ai 2 milioni. Infine, Leonel Vangioni e Gianluca Di Chiara sono ipotesi per il ruolo di terzino sinistro, con l’Inter che avrebbe anche offerto Davide Santon. Molto, oltre che dal budget, dipenderà dall’eventuale cessione o meno di Adam Masina, di cui comunque il Bologna non vorrebbe privarsi.