Rassegna stampa 27/09/2019

Rassegna stampa 27/09/2019

CORRIERE DI BOLOGNA

BOLOGNA DA VETTA SE FACESSE GOL

L’algoritmo che analizza la produzione offensiva: in base ai dati i rossoblù sarebbero primi davanti a Inter, Lazio e Napoli.  In attacco la coperta rimane corta. Match con il Real, Roberto Carlos lancia la sfida. Messaggio della stella dei Blancos per la partita dei 110 anni. Già venduti 10 mila biglietti.

GAZZETTA DELLO SPORT

BOLOGNA, IDEA PANZER

Con l’Udinese scocca l’ora di Santander? Mai titolare, ma sa cambiare le gare. Mihajlovic pensa al paraguaiano dal 1′. Tra Roma e Genoa un punto: ira Sinisa. E Medel alla quarta già mette la fascia. Telefonata rovente tra il tecnico, De Leo e la squadra. Gary leader: capitano a fine gara al Ferraris.

REPUBBLICA

L’ONDA LUNGA DEL ROPERO

Da Anacleto a Bazzani, l’elogio del centravanti paraguaiano sin qui mai titolare: «Con lui più peso in attacco, e Palacio non può mica giocarle tutte». Il dualismo con Destro e i dubbi di Mihajlovic. Sansone sotto esame per il rigore: il cucchiaio divide. Ma c’è chi ha fatto peggio nella storia del Bologna. Baggio il solo infallibile: 11 su 11 dal dischetto 21 anni fa.

RESTO DEL CARLINO

GRINTA MEDEL

Il cileno ha già preso il comando dello spogliatoio. Mihajlovic è arrabbiato: troppi punti persi. La squadra è uscita più tardi dagli spogliatoi di Marassi, il tecnico non ha gradito gli sprechi. Parla l’ex vice di Donadoni, Luca Gotti: «Rossoblù forti. Ho la città nel cuore. Con Tudor un bel dialogo, franco e aperto. A Bologna non c’erano più le condizioni per restare. La pressione nasce dall’amore per il club. Soriano e Sansone sono miei figliocci». Visita a sorpresa a Casteldebole di Lino Saputo e della moglie Mirella, che hanno incontrato i dirigenti per un saluto.