Simone inguaia ancora di più Pippo: Bologna-Lazio 0-2

Rassegna stampa 27/12/2018

CORRIERE DELLO SPORT – STADIO

PIETÀ

Bologna in piena crisi. La Lazio passeggia al Dall’Ara (0-2), bordate di fischi sui dirigenti. Il crudele derby in famiglia dei fratelli Inzaghi deciso dalla superiorità biancoceleste e da due corner. Pippo sempre più all’angolo: addio certo in caso di sconfitta a Napoli. All’orizzonte Donadoni.

REPUBBLICA

SPROFONDO ROSSOBLÙ

La Lazio passeggia, il Dall’Ara contesta, Inzaghi resiste. I biancocelesti passano con merito sfruttando al meglio due calci d’angolo. Pippo per il momento resta sulla panchina, ma potrebbe saltare dopo Napoli. Il tecnico parla come se non fosse in bilico: «A gennaio valuteremo i rinforzi. Poi avremo tutti gli scontri diretti in casa». Krejci nullo, Okwonkwo sparisce subito. Poli: «Facciamoci tutti un esame di coscienza». Mercato: Sansone il primo acquisto, arriverà in prestito dal Villarreal.

CORRIERE DI BOLOGNA

ROSSOBLÙ A PICCO

La Lazio passa al Dall’Ara, Bologna inesistente e sempre più in crisi. I tifosi fischiano, la curva contesta: cori contro la dirigenza. Dopo Napoli salta Inzaghi? Simone vince 2-0 e non ride. Il fratellone sprofonda: «Io posso solo lavorare». Poli: «È giusto contestarci».

RESTO DEL CARLINO

FISCHI AL DALL’ARA

Boxing Day amaro per il Bologna, va a Simone la sfida tra i due fratelli Inzaghi. Facile 2-0 della Lazio, la curva contesta i dirigenti rossoblù. Napoli ultima spiaggia per Pippo: «Sono io il primo responsabile». Donadoni, Mihajlovic e De Biasi in corsa per la panchina. 

GAZZETTA DELLO SPORT

AMOR DI FRATELLO E DI COLTELLO

Simone Inzaghi inguaia Pippo. La Lazio passa al Dall’Ara con Luiz Felipe e Lulic, consolidando il quarto posto. Resta in bilico l’allenatore rossoblù, però i tifosi contestano i dirigenti. Salgono a 11 le gare di fila senza vittoria del Bologna, l’ultima il 30 settembre contro l’Udinese. Pippo spera nel mercato: «Io primo responsabile».