Rassegna stampa 28/04/2018

Rassegna stampa 28/04/2018

GAZZETTA DELLO SPORT

POLI: «IL BOLOGNA RICOMINCERÀ A DARE GRANDI GIOIE AI TIFOSI. DONADONI FONDAMENTALE PER ME»

Parla il centrocampista rossoblù: «Ho scelto Bologna perché al Dall’Ara avevo sempre avuto ottime sensazioni, questo è un club importante. Volevo dimostrare di essere affidabile, il mister mi ha dato un ruolo prezioso in campo e fuori. Devo gestire meglio le risorse e perfezionare la lettura degli inserimenti, cercando di arrivare un po’ più lucido in zona gol. Una rete domani? Non esulterei. Io non rinnego il passato, il Milan è nel mio cuore».

CORRIERE DI BOLOGNA

SARTORI: «BIGON SAGGIO E CALMO, MA SI FA RISPETTARE»

Intervista al d.s. dell’Atalanta, ex compagno di squadra di Alberto e collega di Riccardo: «Riccardo assomiglia tanto ad Alberto come persona. Entrambi hanno la capacità di restare sempre tra le righe, di non dire mai una parola fuori posto, sono calmi e saggi. Poi però. quando c’è da parlare, Riccardo si fa sentire e anche rispettare».

RESTO DEL CARLINO

BORSINO ROSSOBLÙ: KREJCI, KRAFTH E FALLETTI SCOMPARSI

Palacio, Dzemaili e Gonzalez sembrano essere arrivati ormai in riserva, ma difficilmente si potrà contare su un grande apporto anche da parte di Destro e Torosidis. Hanno invece qualcosa da dare e da dimostrare , Avenatti, Keita, Mbaye, Nagy e Romagnoli, ai quali si possono aggiungere Masina e Pulgar. Nel limbo tra fase calante e crescente un gruppo misto formato da Crisetig, De Maio, Di Francesco, Mirante, Orsolini, Poli e Verdi.

REPUBBLICA

DONADONI E L’ETERNO RIMPIANTO MILANISTA

I tifosi rossoneri ancora osannano l’ex bandiera e si chiedono cosa potrebbe portare alla causa del club, ma nel frattempo sono transitati altri quattro allenatori (Mihajlovic, Brocchi, Montella e Gattuso) e il momento di Donadoni continua a non arrivare. A Bologna, invece, il tecnico bergamasco viene contestato da una fetta considerevole della piazza.