Pecci:

Rassegna stampa 28/05/2018

REPUBBLICA

«CARO SAPUTO, COSÌ NON BASTA»

Intervista a Eraldo Pecci: «Qui la filosofia del punto in più non può sedurre. Quando Berlusconi prese il Milan non lo fece sopravvivere. Della Valle non si è limitato a salvare la Fiorentina. Lo sappiamo tutti che lo scudetto non si vince più, ma fare tre pareggi contro le prime otto è un po’ poco. Ai miei tempi quando le milanesi venivano a giocare qui trovavano un muro. Che vengano e che vincano, ma che almeno soffrano».

RESTO DEL CARLINO

BOLOGNA, È LA PARTITA DI BIGON

Il d.s. ha un solo anno di contratto. Non può sbagliare le scelte. È stato l’a.d. Fenucci a indicare il nome di Inzaghi dopo l’esonero di Donadoni. Masina, Mbaye e Palacio: i rinnovi sono la chiave per evitare la rivoluzione totale. I due esterni sono vincolati fino al 2019, ma non hanno ancora accettato il prolungamento. Se non lo fanno, saranno ceduti.

CORRIERE DELLO SPORT – STADIO

DESTRO, SI RICOMINCIA. È NELLE MANI DI INZAGHI

Un incontro tra i due per capire se esistono ancora i margini per una sua permanenza a Bologna. Insieme nel Milan del 2015: Mattia allora giocò 15 partite. Rebus Masina. Di Vaio blocca il terzino: «Ora non si muove. Deciderà il nuovo tecnico». E intanto il Bologna segue Stulac, centrocampista sloveno del Venezia. È in scadenza di contratto, ma piace anche al Genoa.