Rassegna stampa 20/01/2018

Rassegna stampa 29/04/2017

Almeno in 21 mila al Dall’Ara per Bologna-Udinese. Il modulo rimane in bilico ‒ Resta il modulo il primo punto interrogativo da sciogliere per varare il Bologna che domani al Dall’Ara affronterà l’Udinese. E tra squalifiche e infortuni, sono solo tre i centrocampisti a disposizione: se Donadoni decidesse di confermare il 4-3-3 Viviani, Taider e Donsah partirebbero dal primo minuto, con la conseguenza che però non ci sarebbero più cambi in mediana. Resta dunque l’ipotesi del 4-2-3-1 con Taider e Viviani dall’inizio e tre suggeritori alle spalle di Destro, che potrebbero essere Verdi, Petkovic e Sadiq. Si giocherà in un Dall’Ara pronto ad offrire un interessante colpo d’occhio, visto che sono già 21 mila i presenti certi. In questa stagione sono già 8 le sconfitte interne (9 complessivamente la scorsa stagione) e nel 2017 la vittoria casalinga è arrivata solo in due occasioni, contro il Torino e il Chievo.
Con 2 gol, entrambi peraltro segnati da Di Francesco (attualmente out per infortunio), il Bologna è – insieme ad Empoli, Palermo e Juventus – la squadra che ha avuto meno contributi in zona realizzativa dai giocatori subentrati dalla panchina. Sono 11 i giocatori andati a segno: tre difensori (Helander, Masina, Torosidis), quattro centrocampisti (Pulgar, Taider, Viviani, Dzemaili), tre esterni (Verdi, Di Francesco e Krejci) e un solo attaccante (Destro). Altri numeri sono quelli della difesa. Lo scorso anno quella rossoblù era stata, con 45 gol incassati (media di 1,18 a partita), l’ottava miglior difesa della Serie A. Se si prende in esame solo il periodo di Donadoni, poi, si arriva a 30 gol incassati in 28 gare, una media di 1,07. Quest’anno siamo già a 49 gol al passivo in 33 gare, con una media di 1,48 in un campionato che si sta comunque caratterizzando per le tante reti segnate (946 gol in 33 turni, non si segnava così tanto dal 1959). La porta rossoblù è rimasta inviolata in 8 occasioni. Dando un’occhiata alle formazioni, emerge come Donadoni – certo, complici le assenze per squalifiche o infortuni – abbia di fatto sempre cambiato la difesa nelle ultime 13 partite: 24 i gol incassati in questo lasso di tempo, porta inviolata solo contro Sassuolo e Palermo. Alternate sia la difesa a quattro che quella a tre, impiegata contro Fiorentina, Chievo e Lazio.
Tornando infine al match di domani contro l’Udinese, occhio soprattutto agli ultimi 15 minuti. Nell’ultimo segmento di gara il Bologna ha incassato 16 gol, i friulani 12. 10, invece, le reti incassate da entrambe le squadre dal 60’ al 75’.