Nervo:

Rassegna stampa 31/10/2017

RESTO DEL CARLINO

DESTRO AL BIVIO: O RIPARTE O SE NE VA

O il rilancio o l’addio: una decina di partite per decidere. Dopo l’arrivo trionfale, il grave infortunio e la parziale ripresa con 11 gol nella scorsa stagione, ora Mattia è la terza scelta. Le colpe del ragazzo e di Donadoni. E intanto il mercato di gennaio avanza…

INTERVISTA A CARLO NERVO

L’ex numero 7 rossoblù dai ricordi per Klass Ingesson, di cui ricorre l’anniversario della morte in questi giorni, al gruppo attuale: «Queste tre partite hanno detto che il Bologna, pur con tutti i suoi limiti, è un gruppo vero. Per me a Bergamo la prestazione c’è stata, così come con la Roma. Non mi è piaciuto solo il primo tempo con la Lazio, ma la Lazio di questi tempi è tanta roba».

CORRIERE DELLO SPORT – STADIO

DONADONI FA 300

Trecento partite in Serie A per il tecnico, il traguardo verrà tagliato sabato col Crotone. Il suo esordio è datato 16 gennaio 2005. Davanti a lui in classifica ci sono solo quattro colleghi: Spalletti con 417, Del Neri con 410, Allegri con 329 e Gasperini a quota 306.

CORRIERE DI BOLOGNA

CROTONE E VERONA, PER LA SVOLTA

Il calendario, dopo tre impegni gravosi, mette insieme due partite abbordabili che possono rappresentare la svolta. E tra Crotone ed Hellas pure la sosta per recuperare gli infortunati (Taider, Mbaye e Torosidis).