Esercitazioni tecniche e intenso lavoro atletico per i rossoblù

RS, 01/03/2017

In avanti c’è l’ipotesi della coppia Destro-Petkovic. E in difesa si proverà a recuperare Maietta ‒ Dopo il giorno di riposo concesso da Roberto Donadoni per la giornata di ieri, da questa mattina entrerà nel vivo la preparazione del Bologna in vista della gara di domenica sera con la Lazio. E potrebbe scattare l’operazione recupero per Domenico Maietta, visto che oltre alla squalifica di Vasilis Torosidis e l’infortunio di Daniele Gastaldello, ieri in infermeria è finito anche il Primavera Fabrizio Brignani, che ha riportato una lesione al crociato anteriore del ginocchio sinistro. Con la difesa ridotta ai minimi termini – di fatto al momento gli unici centrali disponibili sono Marios Oikonomou e Filip Helander – servirebbe il rientro dell’ex Verona, che da oggi verrà seguito passo a passo per capire se potrà essere a disposizione per domenica sera: posto che Maietta sta comunque smaltendo il guaio muscolare, si userà la massima cautela e non si correranno rischi.
Riflettori puntati anche sulla parte opposta del campo, ovvero l’attacco. L’obiettivo è tornare alla vittoria dopo oltre un mese (l’ultima il 22 gennaio al Dall’Ara contro il Torino), e urge dunque recuperare Mattia Destro, che a sua volta è reduce da un infortunio alla caviglia e deve quindi andare a caccia della forma migliore. Nelle ultime due gare il ruolo di punta centrale lo ha ricoperto Bruno Petkovic, al quale impegno e dedizione non fanno difetto ma con cui non è cambiato molto il computo delle conclusioni nella porta avversaria. Un’idea su cui si potrebbe lavorare in questi giorni è quella delle due punte, ovvero Destro e Petkovic insieme. Massima abbondanza, invece, a centrocampo: Blerim Dzemaili rimane l’unico intoccabile, mentre le chiavi della regia potrebbero tornare ad Erick Pulgar: da Adam Nagy a Godfred Donsah, da Federico Viviani a Saphir Taider, gli altri sono comunque tutti in lizza per una maglia da titolare.