RS, 01/06/2016

Mercato, idea Piatti. Per Diawara il Valencia non va oltre i 10 milioni Potrebbe aver lasciato il segno anche in ottica mercato (e non solo per il summit che si è tenuto a Montreal) il recente viaggio in Canada dei dirigenti e dello staff tecnico del Bologna. Donadoni avrebbe infatti apprezzato particolarmente Ignacio Piatti, ex Lecce classe 1985, che può giocare sia come regista che come mezzala o anche come trequartista e che è andato a segno nelle due gare degli Impact a cui la delegazione rossoblù ha assistito dal vivo, contro Orlando e Los Angeles. In primo piano continua a rimanere, sul fronte mercato, la situazione di Diawara. La valutazione è di 15 milioni, e finora il club che ha offerto di più è stato il Valencia, che però si è fermato a 10 e al momento non sembra intenzionato ad andare oltre. Più basse le offerte dei club inglesi (Manchester City e West Ham) e italiani (Juventus, Roma e Napoli, in attesa di capire se la Fiorentina di Corvino affonderà il colpo). Il clima è dunque quello d’attesa per capire se le offerte verranno alzate o se alla fine sarà il Bologna a decidere di abbassare un po’ la richiesta. Sempre viva, naturalmente, l’ipotesi che il centrocampista rimanga a Bologna.
Anche altri giovani rossoblù hanno attirato l’attenzione. Masina, ad esempio, piace a Inter e Napoli, ma è destinato a non lasciare il rossoblù. Lo stesso vale per Ferrari, seguito da Fiorentina e Udinese: il suo entourage e il Bologna stanno lavorando al prolungamento e all’adeguamento del contratto. Fiorentina, Genoa e Sampdoria sono segnalate su Oikonomou, e in questo caso non escluso che l’eventuale offerta venga presa in considerazione, ma di certo il difensore greco non sarà svenduto. Declinati gli interessamenti di Genoa e Betis per Mbaye, si potrebbe invece approfondire l’interesse di Empoli, Chievo e Udinese per Crisetig. Cesena e Crotone seguono, invece, Falco. A fine mese scadranno i contratti di Zuculini (seguito dal Verona di Fusco), Zuniga (che dovrebbe tornare a Napoli per fine prestito) e Constant (il cui contratto non dovrebbe essere rinnovato), oltre che di Stojanovic. Si valuta la possibilità del rinnovo per Brighi e Brienza, con quest’ultimo che è seguito da Cesena, Spal e Parma.
Lunedì sera, infine, la dirigenza ha incontrato i tifosi (gruppi della Curva Bulgarelli, Centro Bologna Clubs e le quattro Associazioni). È stato comunicato che i prezzi degli abbonamenti in vista della prossima stagione rimarranno invariati per tutti i settori rispetto alla stagione appena conclusa, così come il prezzo unico per tutti i Distinti. Raddoppierà invece la Tribuna Family, che si allargherà verso la Curva Bulgarelli e arriverà così ad ospitare circa duemila persone. Potrebbe essere presa in considerazione l’ipotesi di abbonamenti in San Luca. Per quanto riguarda lo stadio, è stato confermato che, qualora la decisione definitiva sarà quella del restyling del Dall’Ara, i lavori partiranno nel 2018.