Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Il Bologna di Inzaghi ripartirà da Pulgar. No a Montolivo, sì a Stulac e Pinato

RS, 01/10/2016

C’è da sciogliere il nodo in regia. E per Mirante potrebbe essere l’ultima fuori ‒ Seduta a porte aperte, ma che non ha dato molte indicazioni sull’undici che domani affronterà il Genoa. Il venerdì dei rossoblù sembra quasi sia stato dedicato principalmente al recupero fisico. Dzemaili e Gastaldello hanno infatti corso a bordo campo; Maietta, Verdi e Torosidis hanno svolto una seduta differenziata mentre Krejci, Krafth, Taider e Nagy hanno lavorato in palestra per svolgere un programma personalizzato. Nessun allarme in vista dell’impegno di domani contro il Grifone, saranno tutti abili e arruolabili. Al momento i possibili ballottaggi sono in cabina di regia, con Pulgar che insidia Nagy e sulle corsie difensive: Torosidis è in lizza sia per la fascia destra che per quella sinistra, e in quest’ultimo caso Masina ritroverebbe una maglia da titolare. In avanti il confermatissimo trio composto da Verdi e Krejci a supporto di Destro.
La prossima sarà peraltro una settimana particolare in casa Bologna. Saranno assenti i 12 Nazionali ma è previsto anche qualche ritorno. Ad esempio Sadiq, ma anche Gomis, che peraltro già ieri ha lavorato in campo ed è stato impegnato in qualche parata con la mano destra, mentre quella sinistra è ancora protetta da tutore ma ormai il rientro del portiere è vicino. Così come quello di Antonio Mirante. Il numero 83 svolgerà ulteriori esami la prossima settimana e, se tutto andrà secondo gli auspici, dal 10 ottobre dovrebbe riprendere gli allenamenti. Piano piano Donadoni potrebbe quindi avere a che fare con l’abbondanza sostanzialmente in ogni reparto. E’ però il centrocampo quello che, quando tutti saranno a disposizione e al 100%, darà al tecnico ampia possibilità di scelta. Basti pensare solo al ruolo di regista, dove, oltre a Nagy e Pulgar, si candida anche Viviani, di fatto play puro. Con il rientro a pieno regime anche di Donsah, poi, anche per i ruoli di interno il tecnico non avrà che da affidarsi a chi offrirà maggiori garanzie.