Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

RS, 01/11/2016

RS, 01/11/2016

La squadra aspetta Destro. Verdi, ore decisive per conoscere i tempi di recupero ‒ Archiviati i due giorni di riposo concessi da Donadoni, il Bologna si ritroverà oggi per una doppia seduta d’allenamento che darà il via alla preparazione in vista del match esterno contro la Roma. E la settimana si apre all’insegna dei punti interrogativi e dell’attesa sul fronte infermeria. I due osservati speciali restano Mattia Destro e Simone Verdi. Il numero 10 già oggi potrebbe tornare a lavorare, almeno in parte, con i compagni. Tra giovedì e venerdì verrà fatto un nuovo punto della situazione tra staff tecnico e medico e solo a quel punto si deciderà se convocarlo o meno in vista della gara di domenica sera. Anche in caso di convocazione, non è comunque detto che Destro parta titolare all’Olimpico, così come l’intenzione resta quella di non rischiarlo: il bomber, quindi, tornerà in campo solo quando non ci sarà il pericolo di ricadute. Per quanto riguarda Simone Verdi, il giocatore ieri si è sottoposto a una risonanza magnetica i cui esiti verranno valutati nella giornata di oggi dopo un consulto. In queste ore, quindi, si deciderà se dovrà operarsi o meno. A conti fatti, a quanto pare, in entrambi i casi i tempi di recupero non cambieranno di molto, restando nell’ordine di due-tre mesi, per cui verrà scelta la soluzione che darà più garanzie sul futuro del numero 9.
A proposito di Verdi e Destro, con 4 e 3 reti sono i capocannonieri del Bologna, ma finora insieme hanno giocato solo 474 minuti sui 990 complessivi, in cui sono arrivati in coppia 5 gol e un assist (quello di Verdi per Destro contro l’Inter. Verdi, in particolare, sinora è stato impiegato in tutte le gare, totalizzando 886 minuti e 4 gol. Destro, invece, ha saltato sinora le gare con Napoli, Lazio, Sassuolo, Chievo e Fiorentina, totalizzando 518 minuti e 3 reti. A proposito di infermeria, sono attese a giorni novità anche sul fronte Antonio Mirante, che in questi giorni dovrebbe conoscere l’esito di alcuni test che ha effettuato di recente. Qualora fosse tutto ok e arrivasse il via libera dai sanitari, il portiere potrebbe tornare a disposizione per l’Olimpico.
Da oggi si inizierà quindi a lavorare sull’undici che scenderà in campo contro la Roma. Vista l’assenza di Daniele Gastaldello per squalifica, Marios Oikonomou e Alex Ferrari sono in lizza per affiancare Filip Helander al centro della difesa. Sulle fasce, con i recuperi a pieno regime di Vasilis Torosidis ed Emil Krafth, di fatto Donadoni ha tutti (o quasi, vista la situazione di Archimede Morleo) a disposizione. In mediana dovrebbe tornare Adam Nagy dal primo minuto, insieme a Blerim Dzemaili e Saphir Taider, mentre il punto interrogativo dei punti interrogativi è probabilmente davanti: con l’assenza di Verdi, Federico Di Francesco si candida per una maglia da titolare, e resta inoltre da sciogliere il nodo della punta centrale.
Infine il capitolo mercato. Detto che a Casteldebole i summit da questo punto di vista sono abbastanza frequenti, visto che ogni due settimane vengono visionati decine di profili, è nelle prime due settimane di dicembre, probabilmente, che si stingerà il cerchio e si discuterà di budget, fermo restando che le indicazioni di Saputo dal punto di vista economico sono ormai note da tempo. Gli innesti potrebbero dunque essere un paio.