RS, 03/02/2017

Tentazione Verdi dal primo minuto. Helander, cambiano le condizioni del prestito? ‒ Restano poco più di 24 ore per delineare il Bologna che domani sera al Dall’Ara affronterà il Napoli. Tra i ballottaggi da sciogliere, uno dei principali riguarda chi, tra Simone Verdi e Federico Di Francesco, completerà il tridente offensivo al fianco di Mattia Destro e Ladislav Krejci. Donadoni è tentato dal lanciare dal primo minuto il numero 9, che dal canto suo scalpita per riprendersi una maglia da titolare. La sensazione, al momento, è che dovrebbe comunque essere confermato ancora Di Francesco, con Verdi che verosimilmente tornerà titolare nel recupero di mercoledì prossimo contro il Milan. In difesa, Vasilis Torosidis è in vantaggio su Ibrahima Mbaye per prendere il posto dello squalificato Emil Krafth sulla destra, mentre al centro, se Daniele Gastaldello darà garanzie di essersi definitivamente messo alle spalle l’infortunio, potrebbe partire in coppia con Mimmo Maietta, viceversa sarà confermato Marios Oikonomou.
Restando sulla retroguardia, Filip Helander è ancora alle prese con il solito problema alla schiena, ma ci sono da registrare sul suo conto un paio di movimenti effettuati il 31 gennaio e riportati sui siti ufficiali della Lega Serie A e della Lega Serie B: il difensore svedese, a livello burocratico, risulta infatti rientrato al Verona e poi trasferito nuovamente al Bologna a titolo temporaneo. Se in estate si parlava di prestito con obbligo di riscatto, ora le condizioni potrebbero quindi essere cambiate.