Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Archimede Morleo a Casteldebole

RS, 04/07/2016

Ore decisive per Krejčí. Da giovedi i test pre-Castelrotto, tornano i nazionali ‒ Archiviata la settimana di pre-ritiro in Sardegna, i rossoblù godranno ora di tre giorni di assoluto riposo prima di ritrovarsi giovedì per i test in vista del ritiro di Castelrotto, che verranno svolti tra Casteldebole e l’Isokinetic prima della partenza fissata per domenica mattina. Insieme a quelli che sono stati svolti la scorsa settimana a Castiadas, serviranno per avere un quadro preciso sulla condizione dei rossoblù. Da giovedì sono attesi anche Saphir Taider e Marios Oikonomou, che non erano stati convocati per la Sardegna e hanno goduto di qualche giorno di riposo in più visti gli impegni con le loro Nazionali. Arriverà invece una settimana più tardi Erick Pulgar, che ha da poco terminato trionfalmente l’impegno nella Copa America Centenario con il suo Cile. Restano da valutare le condizioni di Archimede Morleo, che nei giorni scorsi aveva lavorato all’Isokinetic, e Alex Ferrari, reduce dall’intervento al menisco dello scorso 20 giugno: il suo programma prevedeva due settimane di riposo prima di iniziare la riabilitazione.
Sul fronte mercato, oggi potrebbero arrivare novità sostanziali sul conto di Ladislav Krejčí. Il giocatore ha già dato il suo assenso, i contatti sia via mail che telefonici di sabato erano stati positivi e il club confida di chiudere un affare che si aggira sui 3-4 milioni di euro. Restano in ogni caso da definire ancora alcuni dettagli con lo Sparta Praga. In queste ore dovrebbe sciogliere le riserve anche Adam Nagy: l’entourage italiano del giocatore spera di chiudere con il Bologna ma la concorrenza di Marsiglia e Southampton è piuttosto concreta. Sembra allontanarsi, invece, Matias Suarez, sia perché ormai destinato al Belgrano, sia perché il giocatore non sembra avere le caratteristiche che in questo momento il Bologna sta cercando.
In standby, per ora, altre trattative, come quelle per Umar Sadiq, Marco D’Alessandro, Ledian Memushaj e Assane Gnoukouri. Oltre alla situazione di Emanuele Giaccherini, resta da valutare ovviamente anche quella di Amadou Diawara. In questo caso, il Bologna non cambia idea rispetto alla volontà di cederlo solo a fronte di un’offerta che rispecchi i parametri che il club rossoblù ha già indicato, altrimenti il centrocampista resterà. In questi giorni probabile anche un summit di mercato tra il direttore sportivo Riccardo Bigon, il tecnico Roberto Donadoni e il suo staff.

La rassegna stampa in formato video tornerà online a partire da domani.