Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Rassegna stampa 20/04/2017

RS, 04/11/2016

Crescono le chance di vedere Destro all’Olimpico. Saputo e Donadoni parlano di mercato ‒ In 24 ore il borsino si è invertito. Se mercoledì Mattia Destro era più no che sì per domenica sera contro la Roma, il rientro in gruppo di ieri dell’attaccante ha decisamente invertito la bilancia. Che Destro lavori in gruppo dal giovedì, peraltro, non è una novità, dal momento che solitamente nei primi giorni della settimana porta comunque avanti un lavoro personalizzato. A questo punto è quasi una certezza che il bomber possa figurare tra i convocati per il match dell’Olimpico, mentre il discorso è diverso riguardo al suo possibile impiego. Di fronte alla sua ex squadra Destro vuole esserci, ma è altrettanto vero che non ha novanta minuti nelle gambe. Al momento, dunque, si fa largo l’ipotesi di un impiego part-time, resta da capire se dal primo minuto o a giochi in corso. La decisione verrà comunque presa di comune accordo tra tutte le parti in causa (gli staff medico-sanitari e lo stesso attaccante) e senza evitare rischi per il futuro.
Dall’altra parte del campo ci sarà un Angelo Da Costa per il quale si preannuncia comunque una domenica complicata, visto che avrà di fronte il miglior attacco del campionato, con ben 26 gol segnati. Di più: sono 17 le reti che la Roma ha messo a segno nelle 5 partite disputate sinora in casa, con una media di 3,4. Dal canto suo, Da Costa è reduce dalle 4 reti incassate nelle ultime 4 gare, ma di fatto solo una su azione: quella di Matri contro il Sassuolo, dal momento che Immobile e Kalinic hanno segnato su rigore e al computo c’è da aggiungere l’autorete di Ibrahima Mbaye. La curiosità è che il numero 1 ha tre precedenti con la Roma, e per tre volte ha perso: 3-1 nel 2011, 2-0 nel 2013 e 3-0 nel 2014, quando peraltro incassò una doppietta da Destro, allora in maglia giallorossa. Il portiere brasiliano, che da fine agosto sta prendendo il posto di Antonio Mirante, ha comunque sinora offerto ampie garanzie, risultando spesso il migliore in campo. Il suo contratto scade nel 2018 e Da Costa ha più volte ribadito quanto stia bene a Bologna, per cui non è utopia pensare che presto si possa lavorare al rinnovo del contratto.
E di mercato, infine, hanno con ogni probabilità parlato Roberto Donadoni e Joey Saputo in un colloquio che si è tenuto lo scorso sabato mattina. Il rapporto tra i due resta particolarmente solido ed è probabile che il tecnico abbia ribadito quelle che sono le necessità in vista del mercato di gennaio, non troppo diverse poi da quelle della scorsa estate, a partire dal pacchetto centrale difensivo e dall’attacco.