Rossoblù senza mordente, si salvano solo Verdi e Mirante

RS, 06/06/2016

L’era Bigon sta per cominciare. Si lavora su Giaccherini, Mirante non si muove ‒ È ormai solo questione di ore l’annuncio ufficiale, che dovrebbe arrivare in giornata, di Riccardo Bigon quale nuovo direttore sportivo del Bologna. Molto il lavoro che attende il neo uomo mercato rossoblù. Tra oggi e domani dovrebbero essere in agenda i primi contatti telefonici con l’entourage di Emanuele Giaccherini, con l’obiettivo di rivedere al ribasso l’attuale ingaggio del numero 17, che si aggira sui 2,2 milioni. Una volta che sarà trovata l’eventuale intesa da questo punto di vista, il Bologna si muoverà con il Sunderland per discutere l’acquisto del cartellino partendo da una base di 2-3 milioni di euro. In ogni caso, non si prevedono tempi brevissimi, senza dimenticare che sul giocatore ci sono anche Torino, Lazio e Fiorentina.
La Sampdoria, dal canto suo, ha in questa fase la necessità di fare cassa, e ci sono diversi giocatori sul mercato. Uno di questi, Muriel, è stato proposto anche ai felsinei, ma al momento l’eventuale trattativa non è agevolata dalle cifre, visto che la punta un anno e mezzo fa era stata pagata 11 milioni: se i due club dovessero riparlarne, sarà sulla base del prestito.
Tra le questioni di cui invece non si dovrà occupare Bigon c’è quella relativa ad Antonio Mirante. Il portiere ormai da giorni è accostato alla Juventus, che cerca un vice Buffon, e con Mirante avrebbe in rosa un giocatore cresciuto nel vivaio. L’agente Silvano Martina ha però fatto sapere che «Mirante ha altri due anni di contratto con il Bologna, non c’è nessun movimento e non si muoverà».

La rassegna stampa in versione video tornerà online domani.