Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

RS, 08/06/2016

A caccia di esterni e mezzali: si pensa al Bologna in versione 4-3-3 ‒ Iniziano a delinearsi le prime strategie di mercato in casa rossoblù. Complici anche le assenze, Donadoni nel finale di stagione aveva dirottato sul 4-2-3-1, ma al momento le indicazioni sono quelle di allestire la squadra sul 4-3-3. Più che giocatori capaci di ricoprire il ruolo di seconda punta, si cercano quindi esterni e centrocampisti in grado di inserirsi, posto che al momento all’appello in mediana rispondono già i nomi di Taider, Donsah, Diawara, Pulgar e Crisetig. Tra i giocatori seguiti c’è Ionita del Verona, sulle tracce del quale ci sono anche Cagliari, Udinese, Palermo e Napoli. La clausola rescissoria è di 7 milioni, ma non è escluso che complice la retrocessione, il club di Setti riveda al ribasso la cifra.
Il Napoli ha offerto Jonathan De Guzman ma l’ingaggio di 1,5 milioni non aiuta a far decollare la trattativa, per cui il Bologna potrebbe decidere di tornare a seguire Omar El Kaddouri, che a Napoli ha giocato nel ruolo di esterno d’attacco ma che a Torino è stato invece impiegato a centrocampo. L’ingaggio si aggira sui 500 mila euro e il contratto è in scadenza nel 2017, il che potrebbe abbassare il valore del cartellino. Restano sul taccuino i nomi di Jonathan Biabiany, Leonardo Morosini, Carlos Embalo e Federico Ricci. Per quanto riguarda la situazione di Emanuele Giaccherini, dal suo procuratore trapela che “si vedrà dopo gli Europei”, segno che se il Bologna per ora non avrebbe fatto mosse, neppure le altre pretendenti hanno accelerato.