Helander:

RS, 14/03/2017

Destro, Helander e Dzemaili: il successo sul Sassuolo ha fatto riscoprire alcuni protagonisti ‒ Dopo il lunedì di riposo concesso da Roberto Donadoni, il Bologna si ritroverà questo pomeriggio per iniziare a preparare l’impegno casalingo di domenica prossima contro il Chievo. Intanto, il successo sul Sassuolo ha acceso i riflettori su alcuni protagonisti. A partire da Mattia Destro, che è tornato al gol dopo la rete al Cagliari del 29 gennaio e ha messo a segno il sesto gol stagionale, il quattordicesimo da quando è a Bologna. L’obiettivo di eguagliare (e magari superare) gli 8 sigilli della scorsa stagione è più che alla portata, e peraltro fin qui le reti del numero 10 rossoblù si sono rivelate spesso decisive. Ha infatti firmato le vittorie con Sassuolo e Crotone, aveva portato in vantaggio i rossoblù a Cagliari, ha siglato la rete del 2-0 per blindare il successo sulla Sampdoria e quella che ha dato il via alla rimonta con il Palermo. Equamente suddivisi tra casa (3) e trasferta (3) i sei gol di Destro sinora hanno sempre portato punti (4 vittorie sulle 8 totali e 2 pareggi): l’attaccante di Ascoli ha insomma inciso in 14 dei 31 punti attuali.
A una rete in più, sette tra campionato e Coppa Italia, c’è quel Blerim Dzemaili che ormai si sta rivelando imprescindibile: i suoi 2.323 minuti ne fanno il giocatore più utilizzato da Donadoni. La prima rete sotto le Due Torri è arrivata il 20 novembre contro il Palermo, poi Pescara, Crotone, la doppietta al Torino e il gol alla Sampdoria, oltre a vari assist. In 6 vittorie e 1 pareggio c’è il suo zampino: 19 dei 31 punti complessivi.  Dopo attacco e mediana, infine, il match del Mapei Stadium ha acceso i riflettori anche su un protagonista della difesa, Filip Helander, apparso domenica sempre attento e concretato, decisivo in più di un intervento.