Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Verdi:

RS, 14/12/2016

Verdi tenta il recupero anticipato. Si prepara il vertice di mercato con Saputo ‒ La preparazione del Bologna in vista della gara con il Pescara è iniziata ieri con un allenamento pomeridiano. E mentre gli abruzzesi, dopo l’episodio di lunedì sera in occasione della festa di Natale della squadra e la contestazione dei tifosi, ieri si sono allenati con la presenza delle forze dell’ordine a bordo campo, c’è da registrare un piccolo episodio anche in casa rossoblù. Durante la partitella conclusiva, infatti, un contrasto ha fatto scattare la reazione di Mimmo Maietta che, a muso duro, si è rivolto a un compagno a quanto pare afferrandolo per il collo. Sono intervenuti altri rossoblù per separare i due e la questione è comunque terminata lì, senza ulteriori strascichi o problemi. Dall’infermeria arrivano buone notizie. La contusione al gluteo rimediata da Adam Masina contro l’Empoli non è nulla di serio, l’esterno lavorerà a parte (come ha fatto ieri) oggi e forse domani e poi tornerà regolarmente in gruppo, a disposizione per domenica prossima. Potrebbe, ma il condizionale è ancora d’obbligo, rivedersi un pochino prima del previsto Simone Verdi. A quanto filtra il suo recupero sta procedendo positivamente, per lui le feste natalizie saranno comunque di lavoro ma dopo Natale il giocatore potrebbe iniziare a forzare un po’ per testare la caviglia e verrà fatto il punto della situazione in vista di un possibile ritorno con il Crotone o in occasione della gara successiva contro il Torino. Juventus o Crotone sono invece le gare che potrebbero segnare il ritorno di Umar Sadiq: anche nel suo caso il recupero dopo l’intervento per ora procede senza intoppi.
Tra venerdì e sabato tornerà a Bologna il chairman Joey Saputo, che assisterà alla gara con il Pescara. Successivamente a quell’impegno si terrà un vertice di mercato che probabilmente sarà preceduto da un confronto tra Roberto Donadoni, Riccardo Bigon e il suo staff, che potrebbe dunque tenersi in questi giorni. Si parlerà dei giocatori di cui il tecnico ha bisogno, verosimilmente 2-3 elementi. Non è escluso che nel corso di questi vertici si parli anche della situazione di Blerim Dzemaili, dopo che Saputo nei giorni scorsi aveva ufficializzato il suo arrivo a Montreal la prossima estate. Per quanto riguarda il mercato di gennaio, i punti fermi sono che il budget è già stato fissato e le entrate e le uscite, per le regole nella composizione delle liste, andranno di pari passo. Dunque per quanto riguarda il reparto offensivo c’è da valutare la posizione di Anthony Mounier, che a fronte di qualche richiesta (che per ora, però, non sarebbe arrivata) potrebbe partire. In caso di partenza del francese potrebbero riprendere i contatti con Alessio Cerci, le cui condizioni, eventualmente, verranno ancora una volta monitorate molto attentamente. Difficili, al momento, le soluzioni Jonathan Biabiany e Gabigol, così come Mauricio Pinilla e Alberto Paloschi. In difesa verrà valutata la situazione di Marios Oikonomou la cui cessione potrebbe essere valutata se dovesse arrivare un’offerta sui 4-5 milioni. A quel punto il Bologna potrebbe pensare di ingaggiare un giocatore di prospettiva. In caso contrario della cessione del greco si potrebbe tornare a parlare in estate.