RS, 15/02/2017

Prime prove anti-Inter, c’è da varare l’attacco. Al Dall’Ara già oltre 24 mila presenze ‒ In casa Bologna sono ufficialmente iniziate ieri le prime prove in vista del match di domenica prossima, all’ora di pranzo, con l’Inter. Tante le assenze a cui dover far fronte, soprattutto in difesa visti i forfait di Gastaldello e Maietta, e in attacco con Destro ai box per l’infortunio alla caviglia. La punta starà fuori due settimane, al momento l’auspicio è quello di riaverlo già per la trasferta contro il Genoa ma le sue condizioni saranno comunque valutate quotidianamente. Le prime indicazioni arrivate dalla partitella di ieri vanno verso la riconferma, al centro della retroguardia, della coppia greca formata da Torosidis e Oikonomou: per quest’ultimo ieri in allenamento c’è stato peraltro anche un attimo di apprensione dopo un colpo all’inguine subito da Petkovic. Con i due ellenici c’erano Masina a sinistra e Mbaye a destra, ma su questa fascia il ballottaggio con Krafth può considerarsi aperto. In mediana ci sarà ampia possibilità di scelta, visto che tutti sono a disposizione di Donadoni, mentre c’è attesa per vedere chi sostituirà Destro al centro dell’attacco. In partitella, ieri sono stati provati Sadiq da una parte e Petkovic dall’altra: entrambi hanno quattro giorni per convincere l’allenatore, ma al momento la soluzione più accreditata è quella con Verdi falso centravanti supportato sulle corsie laterali da Di Francesco e Krejci.
Domenica ci sarà il Dall’Ara delle grandi occasioni, dal momento che i biglietti venduti sono già oltre 24 mila, un dato che rappresenta il record stagionale di presenze interne. Mancano circa 5 mila biglietti al tutto esaurito e i tagliandi ancora a disposizione sono per i settori Distinti, Tribuna e Poltrone Gold. A proposito di tifosi, ieri erano una cinquantina quelli presenti all’allenamento, compreso un supporter che si è presentato con l’elmetto da vichingo e la bandiera della Svezia: il pensiero, oltre a Krafth ed Helander, è andato anche a Klas Ingesson e Kennet Andersson. Fuori dalla sede c’era anche uno striscione, firmato ‘Tifosi Bfc’ che recitava: «Siamo sempre con voi!!! Forza Mister, Forza Destro».