Adam Nagy, Ladislav Krejčí e Riccardo Bigon a Castelrotto

RS, 17/07/2016

Diawara-club, contatto. Domenica di lavoro per Pulgar, Krejčí, Nagy e Destro ‒ Reduci dal successo per 9-0 sulla Virtus Acquaviva di San Marino, oggi i rossoblù godranno di una giornata di riposo: ritrovo a colazione e poi per cena. Non tutti, però, perché Erick Pulgar, Ladislav Krejčí e Adam Nagy, verosimilmente sotto lo sguardo del preparatore atletico Giovanni Andreini, lavoreranno in palestra, mentre Mattia Destro proseguirà il programma personalizzato. L’attaccante si è allenato anche ieri, prima dell’amichevole: un po’ di corsa, dribbling, cambi di direzione e qualche tiro.
Sul fronte mercato continua invece a tenere banco il caso Amadou Diawara. Oltre al fatto che il Bologna gli ha fatto scrivere dai propri legali, emerge che il club sarebbe riuscito a parlare con il padre e il cugino del centrocampista. A sua volta Diawara aveva attivato un canale con un paio di compagni di squadra: insomma, non siamo più al muro contro muro. Di preciso non si sa, comunque, dove si trovi il centrocampista, che nelle ultime ore potrebbe aver fatto ritorno in Italia. Martedì è in programma l’incontro con la Roma che potrebbe chiarire molto del suo futuro.
Giovedì, poi, l’a.d. Claudio Fenucci e il d.s. Riccardo Bigon voleranno a Montreal per fare il punto della situazione con il chairman Joey Saputo sui vari fronti aperti (mercato ma anche infrastrutture, come i lavori al centro tecnico e il restyling del Dall’Ara). Il viaggio oltreoceano dovrebbe durare tre giorni. Più avanti quindi si capirà, anche in base alle indicazioni di Donadoni che sta valutando la squadra in questi giorni di ritiro, come verrà completato l’organico. Potrebbe arrivare un regista, e i nomi restano quelli di Luca Cigarini e Mirko Valdifiori. E qualcosa dovrebbe essere fatto anche in attacco: Umar Sadiq, nell’ambito della trattativa con i giallorossi per Diawara, resta una soluzione. Proprio l’attacco è il reparto su cui si sta lavorando di più a Castelrotto: perso Giaccherini, sono arrivati Krejčí, Verdi e Di Francesco, che di fatto possono giocare in tutti e tre i ruoli dietro la punta nel 4-2-3-1, e ci sono anche Rizzo e Mounier che possono giocare sia a destra che a sinistra.

Foto: bolognafc.it