Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

RS, 18/01/2017

RS, 18/01/2017

Da oggi si pensa al Torino. Mercato: incontro con Raiola e nodo Sadiq da sciogliere ‒ Dopo l’eliminazione, con l’onore delle armi, dalla Coppa Italia ad opera dell’Inter, per il Bologna è già tempo di pensare al campionato, e oggi riprenderà la preparazione in vista dell’impegno di domenica pomeriggio con il Torino. Ancora una volta Roberto Donadoni dovrà fare i conti con diverse assenze, dal momento che dall’infermeria non sono attese particolari novità. Daniele Gastaldello ne avrà per circa tre settimane, Vasilis Torosidis per una decina di giorni, Saphir Taider è reduce dall’intervento al ginocchio e non sembrano esserci chance di rivedere, neppure in panchina, Simone Verdi, che dovrebbe rientrare a Cagliari.
A tenere banco in queste ore è anche il mercato, e ieri è stata una giornata piuttosto intensa per il Bologna. C’è stato infatti un incontro con il procuratore Mino Raiola nel corso del quale si sarebbe parlato di Omar El Kaddouri del Napoli – i cui costi sono però alti – Pajtim Kasami dell’Olympiakos (in prestito al Nottingham Forest) e Ricardo Kishna della Lazio, tutti giocatori proposti dallo stesso agente. Per quanto riguarda la difesa, sono circolati anche i nomi di Thomas Lam e Bartosz Salamon, di cui però il Cagliari difficilmente si priverà. Domani a Casteldebole dovrebbe poi esserci l’occasione per fare il punto sulle trattative, con il club rossoblù che, tra l’altro, è reduce dal summit che si è tenuto sempre ieri con la Roma per parlare di Umar Sadiq. Sono diverse le versioni che circolano a riguardo. Dall’ambiente rossoblù filtra che l’attaccante – che sta continuando a svolgere terapie nella capitale – tornerà in città sabato e il suo futuro verrà deciso a maggio: il Bologna ha un diritto di riscatto fissato a 4 milioni e la Roma il contro-riscatto a 6. Da Trigoria invece, oltre alla voce secondo cui Sadiq potrebbe finire di nuovo sotto i ferri, si viene a sapere che il nigeriano non vorrebbe più tornare sotto le Due Torri, non avvertendo fiducia nei suoi confronti. Il club di James Pallotta lo potrebbe quindi riportare subito in giallorosso scontando la metà del prestito pattuito.