Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

La dirigenza del Bologna a Montreal da Saputo, chiusura del bilancio e mercato i temi principali

RS, 18/11/2016

Lo stato maggiore rossoblù a rapporto da Saputo. E dall’infermeria arrivano buone notizie ‒ La settimana in casa Bologna, complice anche la presenza del chairman Joey Saputo, prosegue intensa sia sul campo che per quanto riguarda le vicende societarie. E su entrambi i fronti i segnali che arrivano sono sostanzialmente positivi.
Saputo aveva trascorso la giornata di mercoledì a Casteldebole, poi in serata era andato a cena al Campione con tutto lo stato maggiore rossoblù: l’a.d. Claudio Fenucci, il d.s. Riccardo Bigon, il club manager Marco Di Vaio, il consigliere Luca Bergamini e il mister Roberto Donadoni, alla presenza anche di Joe Marsilii, l’uomo dei conti della famiglia Saputo che sta accompagnando il patron anche in questo suo viaggio a Bologna. Da quanto trapela, clima sereno e disteso, con i dirigenti rossoblù che hanno mandato al magnate canadese un messaggio di unità e compattezza. Ieri mattina, poi, Saputo, Marsilii e Fenucci hanno avuto una lunga riunione, durata circa tre ore, a Casteldebole, in cui verosimilmente si è parlato dei vari temi in agenda. L’input, ormai da tempo, è quello di razionalizzare le spese nell’ottica di un taglio agli eventuali sprechi ma non certo agli investimenti necessari. La rete degli osservatori del d.s. Bigon, ad esempio, continua a monitorare possibili prospetti sia in Europa che in Sudamerica. Nella tarda mattinata di ieri Saputo, Fenucci e il responsabile marketing Christoph Winterling si sono poi recati alla FAAC, main sponsor rossoblù, dove hanno anche pranzato: è nell’aria il rinnovo della collaborazione. Nel pomeriggio nuove riunioni a Casteldebole, dove è arrivato anche il responsabile delle acquisizioni dei diritti televisivi di Sky, Matteo Mammì, amico di Fenucci, per conoscere Saputo.
Oltre al chairman, domenica prossima contro il Palermo si fa sempre più concreta la possibilità che possa esserci anche il padre Lino, che in questi giorni è in Italia per impegni di lavoro. Sono circa 21.500 i biglietti venduti fin qui, con la curva Bulgarelli e la Kid’s Stand già esaurite. I biglietti venduti per la curva San Luca sono al momento 1.500 e anche in questo caso il sold out potrebbe essere quanto meno avvicinato di parecchio. In San Luca, peraltro, sono stati venduti dei mini-abbonamenti che valgono anche per il match contro l’Atalanta, altra gara in cui quindi il Dall’Ara si prepara a offrire un colpo d’occhio interessante.
Per quanto riguarda il campo, le buone notizie arrivano dai rientri in gruppo di Mimmo Maietta, Saphir Taider e Ladislav Krejci. Scontato il recupero degli ultimi due, che dovevano smaltire ‘solo’ l’influenza e i postumi di un intervento per eliminare una piccola cisti dalla palpebra. Per quanto riguarda Maietta, che il difensore scalpiti per tornare non è un segreto, ma solo tra oggi e domani si deciderà se lanciarlo dal primo minuto in coppia con Daniele Gastaldello o meno. In quest’ultimo caso, è aperto il ballottaggio tra Marios Oikonomou e Alex Ferrari così come i due posti sulle fasce se li giocano Emil Krafth, Ibrahima Mbaye, Adam Masina e Vasilis Torosidis. C’è da sciogliere anche il punto interrogativo che riguarda il modulo. In caso di conferma (o meglio, ritorno) al 4-3-3, Rizzo e Mounier si giocano il ruolo di esterno destro nel tridente. Qualora Donadoni dovesse invece puntare ancora sul 4-3-2-1 visto contro la Roma, potrebbe essere avanzata ancora una volta la posizione di Blerim Dzemaili. E al centro dell’attacco tutto porta a credere che Mattia Destro possa ritrovare una maglia da titolare. Il numero 10 in questi giorni ha lavorato alacremente per ritrovare la forma migliore, sia con i compagni sia a livello fisico con il preparatore personale, il palermitano doc Franco Chinnici. In questi giorni di assenze, tra Nazionali e infortunati, Donadoni ha peraltro provato spesso i Primavera Aaron Mattia Tabacchi e Orji Okwonkwo: per uno dei due potrebbe scattare la convocazione per domenica prossima.