Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

RS, 19/07/2016

Come tira Nagy! E per Diawara non c’è solo la Roma ‒ Il lunedì che ha segnato il via della seconda settimana di ritiro, in casa Bologna, si è rivelato particolarmente intenso. È stato infatti il giorno della presentazione ufficiale di Ladislav Krejčí, mentre sul campo Roberto Donadoni è tornato a proporre il 4-3-3: da una parte in mediana c’erano Donsah, Nagy e Pulgar, con Krejčí e Mounier a supporto di Floccari in avanti, dall’altra il centrocampo era composto da Taider, Crisetig e Rizzo, con Di Francesco e Brienza a supporto di Verdi. La curiosità, fuori dal campo, riguarda Adam Nagy. L’ungherese, con Deian Boldor, si è presentato al Fan Village e, come gli altri suoi compagni nei giorni scorsi, si è cimentato nel giochino che misura la velocità del tiro a circa 8 metri di distanza dalla porta. Con 105 km/h Nagy è stato per ora il rossoblù con il tiro più potente.
Ieri è stato anche il lunedì che ha visto la ripresa del dialogo tra Bologna e Roma per Diawara. Sul conto del centrocampista, peraltro, nelle ultime ore la posizione del club si è fatta un pochino più morbida. La multa ci sarà di sicuro, così come Diawara ha ricevuto la raccomandata che lo intima a presentarsi subito in ritiro, ma il ricorso al Tribunale, nel caso specifico il Collegio Arbitrale, per una richiesta danni, resta per ora solo un’eventualità. Nell’incontro di ieri (Fenucci e Bigon da una parte, Sabatini dall’altra), la Roma non sarebbe andata oltre i 5 milioni per il prestito, più una cifra di circa 10 milioni per il diritto (non obbligo) di riscatto. Oggi se ne riparlerà, visto che i dirigenti delle sue società torneranno a vedersi. Da valutare se nell’operazione possano rientrare contropartite, come Umar Sadiq e Leandro Paredes. Peraltro, ammesso e non concesso che Bologna e Roma trovino l’intesa, i giallorossi dovranno poi trattare con l’entourage del giocatore per l’ingaggio, e nelle scorse settimane era trapelato che il Valencia aveva messo sul tavolo 1 milione all’anno di ingaggio per 5 anni.
Non c’è comunque solo la Roma: in Italia anche la Juventus avrebbe chiesto notizie di Diawara, e ci sarebbero pure un paio di club esteri. Nel frattempo per il Bologna è sfumato Luca Cigarini, che si è accasato alla Sampdoria, e Mirko Valdifiori, altro nome accostato ai rossoblù, è vicino al Torino. Resta Federico Viviani del Verona. In uscita, qualora Archimede Morleo dovesse partire, resta vivo un forte interesse per Keita dell’Entella.