Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

RS, 19/11/2016

RS, 19/11/2016

L’infermeria continua a svuotarsi. E Saputo si dedica all’area tecnica ‒ Il venerdì che si è consumato ieri in casa rossoblù è stato di quelli intensi e al tempo stesso emozionanti. Sul campo, infatti, la giornata ha portato all’atteso nulla osta per Antonio Mirante, che ha ricevuto l’idoneità agonistica dopo il problema cardiaco che lo aveva fermato il 31 agosto scorso e potrà dunque tornare a giocare anche in campionato. Non è però ancora detto che succeda già domani contro il Palermo: a sciogliere il punto interrogativo della sua eventuale presenza dal primo minuto sarà un confronto tra lo stesso numero 83 e lo staff tecnico. Ieri è tornato a lavorare in gruppo anche Umar Sadiq, così come da un paio di giorni è a disposizione anche Mimmo Maietta. Anche per quanto riguarda il difensore, la rifinitura di oggi sarà indicativa per capire se possa essere impiegato dal primo minuto o sia invece meglio non correre rischi.
La giornata di Joey Saputo a Casteldebole è invece iniziata, ancora una volta, di buon mattino. Il patron rossoblù è arrivato al centro tecnico intorno alle 8 e se n’è andato a pomeriggio inoltrato. Ieri sono andati di fatto in scena colloqui individuali, principalmente dedicati al settore tecnico. Saputo ha infatti parlato prima con il club manager Marco Di Vaio poi con il d.s. Riccardo Bigon. A lui, in particolare, Saputo avrebbe ribadito la propria stima ritenendolo a tutti gli effetti, e non solo sulla carta, il responsabile dell’area tecnica. Facile immaginare che in questo summit si sia parlato soprattutto di mercato, con un occhio a quello che potrebbe essere necessario fare in occasione del mercato di gennaio. Le priorità sembrano ormai note: un difensore esperto e un attaccante, e se possibile anche un rinforzo sulle corsie esterne d’attacco. Il patron ha anche incontrato il responsabile del settore giovanile Daniele Corazza, con il quale verosimilmente, parlando di un comparto che gli sta particolarmente a cuore, si è discusso degli aspetti che funzionano e di quelli da migliorare per la crescita dei giovani rossoblù.